Calci e pugni alla ex perché non accetta la rottura, 32enne in cella

NAPOLI- Non si rassegna alla fine della relazione sentimentale e perseguita la sua ex, insultandola, molestandola, picchiandola, minacciandola di morte. Disposti gli arresti domiciliari, nel quartiere napoletano di Bagnoli, per un 32enne già noto alle forze dell’ordine.     É dal gennaio scorso, periodo in cui è terminata la relazione sentimentale, che l’uomo ha iniziato a perseguitare la donna. E il 23 luglio scorso, durante un incontro casuale in strada, l’ha aggredita a calci e pugni.

ansa

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online