Brasile-Colombia: abbraccio tra Zuniga e Neymar, ma in campo nessuno sconto

di Domenico Silvestro (Contra-Ataque.it)

Dalle polemiche, al campo: a due mesi dal quarto di finale vinto dal Brasile sulla Colombia, Zuniga e Neymar si sono nuovamente incontrati, o meglio, scontrati. Li avevamo lasciati con Neymar infortunato e Zuniga sommerso dalle critiche, ora li ritroviamo capitani delle rispettive nazionali,abbracciarsi prima del calcio d’inizio della prima amichevole post Brasile 2014. Il giocatore del Barcellona ha più volte affermato di aver perdonato il rivale, sfidandolo tra le altre cose alla sfida dell’IceBucketChallenge. Il colombiano non si è tirato indietro, scusandosi più volte ma rimarcando sempre l’involontarietà del gesto, considerato un semplice fallo di gioco finito male. Alla malora le critiche, l’abbraccio tra i due mette fine (almeno per i media) alla polemica e alle minacce ricevute dal terzino del Napoli, reo di aver impedito al campione brasiliano di scendere in campo nella semifinale contro la Germania. Dopo i convenevoli, si scende in campo e lì non c’è più tempo per baci e abbracci.

Neymar è in gran forma ed inizia una sorta di caccia all’uomo per fermarne le giocate: a farne le spese è il giocatore della Viola Cuadrado, ammonito due volte per due interventi sul fenomeno del Barca. Nemmeno Zuniga si tira indietro, beccandosi un giallo proprio per un intervento troppo rude su Neymar: il pubblico ha tremato, ma stavolta niente di grave. D’altronde è giusto così: il calcio è uno sport maschio, agonistico, e qualche fallo è normale che ci scappi, specialmente in marcatura su un funambolo come il brasiliano.Onore anche a Zuniga che, da capitano, ha lasciato fuori dal campo il timore reverenziale ed il possibile imbarazzo nel marcare il giocatore che aveva infortunato finendo nell’occhio del ciclone. Ok gli abbracci, ma poi si gioca a calcio ed un po’ di aggressività non può che far bene. 

Per la fredda cronaca, il Brasile ha vinto al partita per 1 a 0. Gol? Neymar, ovviamente. Come?Calcio di punizione, ovviamente. Fare così tanti falli ha di certo anche il suo effetto boomerang.

fonte: https://www.contra-ataque.it/2014/09/06/brasile-colombia-abbraccio-tra-zuniga-e-neymar-ma-in-campo-nessuno-sconto.html

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com