Venti di crisi a Roccarainola, sulle tasse c’è spaccatura nella maggioranza

ROCCARAINOLA- Venti di crisi a Roccarainola. Dopo l’ultimo consiglio comunale in cui si è tra le altre cose, votato per la fissazione delle aliquote dell’Imposta unica comunale, si è registrata una frattura nella maggioranza perché Laura Miele, consigliera eletta con la “Colomba” di Raffaele De Simone con delega al bilancio conferita a giugno ma, secondo le sue stesse parole già rimessa a luglio, ha contestato la mancanza di previsione di detrazioni e sgravi. Una contestazione cui ha risposto l’assessore Carmen De Simone ricordando che nella sede consiliare si va ad approvare il regolamento che impone linee guida generali. Laura Miele in particolare ha contestato in due interventi l’operato finanziario della sua maggioranza, ricordando che piuttosto che incidere sulle famiglie “si possono prendere le risorse altrove tagliando degli sprechi. Io propongo aliquota 1,5 x 1000 per la prima casa e 1×1000 per la seconda casa, con detrazioni per fasce di reddito”.

Diretto il confronto con il sindaco Raffaele De Simone che ha ricordato che il bilancio si realizza con le risorse economiche e tagliando dove si può, per esempio le indennità degli amministratori.  Ha poi chiarito che le aliquote fissate sono del 2,5×100 per le abitazioni principali, 1×100 per gli altri immobili e 1×100 per i fabbricati rurali.

Il consigliere di opposizione Nicola Bifulco ha preso atto che la consigliere Miele “ha rimesso la delega al Bilancio”. Troppo alte per il consigliere le aliquote imposte dall’amministrazione, che vanno a discapito di tutte le famiglie di Roccarainola indiscriminatamente. A margine del Consiglio ha sottolineato la “frattura” in atto nella maggioranza appena eletta, dopo il niet di Laura Miele la quale però, nel corso della stessa seduta consiliare, ha negato spaccature con la squadra in cui è stata eletta.

Curioso il siparietto tra De Simone e Bifulco, ex alleati ora nemici, con il sindaco che lo ha ironicamente invitato a prestare la sua opera come delegato al Bilancio (cosa che in passato ha fatto proprio al fianco di De Simone) e il consigliere di minoranza che si è detto altrettanto ironicamente lusingato.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online