Milleproroghe, verso la riapertura della possibilità di rateazione con Equitalia

equitalia_1NAPOLI –  I contribuenti, ma soprattutto le imprese, ai quali sia decaduto un piano di rateizzazione con Equitalia avranno una seconda possibilità. Almeno se dovesse essere approvato l’emendamento presentato dai relatori al Milleproroghe alla Camera. L’emendamento prevede la possibilità di accedere a un nuovo piano di rate per i debiti con Equitalia fino al 31 luglio di quest’anno per chi è decaduto entro fine 2014.

La proposta prevede anche che “non si possano avviare nuove azioni esecutive” nei confronti di chi presenta un nuovo piano di rateazione. La misura vale per tutti i contribuenti ma, sottolineano i relatori, è stata pensata in particolare per le imprese in difficoltà. Una dimostrazione, osserva Sisto “che si può fare politica del buon senso, occupandosi dei problemi della quotidianità, indipendentemente da tutti i patti. La ‘saggezza’ parlamentare può portare comunque a risultati condivisi”.

Nel provvedimento sono in arrivo anche interventi sul regime dei minimi. Ad annunciarlo i relatori del provvedimento, Marchi (Pd) e Sisto (Fi), sottolineando che sono ancora in corso approfondimenti su entrambi i temi ma “qualcosa sicuramente faremo”. Sull’Iva dovrebbe arrivare un emendamento del governo.

Il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi, smentisce ipotesi di proroghe sugli sfratti. “Nessuna proroga – afferma in una nota – o mini-proroga degli sfratti” precisando che si sta studiando una norma che tuteli i nuclei familiari che rientrano in quei casi di sfratto per fine locazione di particolari categorie di inquilini.

Sarà prevista, ancora, la proroga di due anni degli incentivi per il rientro dei cervelli e l’innalzamento dell’anticipo sugli appalti al 15% per rispondere ai problemi di liquidità delle imprese anche dopo l’introduzione dello split payment Iva nei confronti della P.a. (ANSA)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com