Nola, ladri senza pietà: rubata persino la statua della Madonna

La statua di via Manzoni

La statua di via Manzoni

L'edicola vuota

L’edicola vuota

NOLA- Scherza coi fanti ma lascia stare i santi. E’ un detto antico e solitamente rispettato. C’è chi però scherza eccome, e non solo con santi ma persino con le Madonne. Come gli ignoti che questa notte hanno trafugato la madonnina posta in una edicola in via Alessandro Manzoni, una traversa di via Castellammare, nella frazione di Piazzolla. L’edicola in muratura, circondata da un cancelletto ed imbellita da un ulivo, era punto di riferimento dei fedeli del quartiere che lì portavano fiori e accendevano lumini. Gesti semplici e devoti, omaggi alla Madonna che non costavano alcuna fatica e portavano gioia, rincuorando soprattutto anziani e malati certi dello sguardo benevolo di Maria. Eppure a qualcuno forse dava fastidio un semplice e gentile simulacro di gesso, presenza rassicurante in quella zona dal 2003 quando fu posizionata nell’edicola frutto della donazione di alcune famiglie e contrade vicine. E così stamattina i residenti hanno scoperto con dolore e disappunto che la statuina da 12 anni simbolo della strada era stata sottratta. Si era volatilizzata (tutto il resto non è stato toccato). Qualcuno ha deciso di asportare la Madonnina di Piazzolla e di portarla chissà dove e chissà per quale deprecabile ragione. Il suo valore non è esoso, “vale” all’incirca 400 euro, ma il legame emotivo del popolo con quell’immagine è incalcolabile. Per questo gli stessi residenti hanno contattato i carabinieri (che questa mattina hanno effettuato un sopralluogo) per segnalare il furto: “Siamo addolorati- ci spiegano-. E’ assurdo che si possa arrivare a questo. Rivolgiamo un appello a chi ha compiuto questo gesto, che ci riporti la statua, ci ridia la Madonnina”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online