Nola, operazione Breccia: minoranza chiede azzeramento Giunta

NOLA- (di Bianca Bianco) Dopo l’arresto dell’assessore Gianpaolo De Angelis l’opposizione consiliare chiede l’azzeramento della giunta comunale di Nola. I nove rappresentanti della minoranza (Vitale, Cutolo, Tripaldi, Iovino, Barone, Vecchione, Scala, Pizzella, Marone) hanno sottoscritto l’interrogazione con cui chiedono al sindaco Biancardi di revocare in massa le deleghe ai propri assessori. La richiesta arriva dopo lo scoppio del caso De Angelis, l’assessore all’Urbanistica agli arresti perché socio occulto, secondo gli inquirenti, di una società di calcestruzzi gestita dal clan Fabbrocino. La minoranza contesta in particolare che il primo cittadino, con atto d’imperio, lo stesso giorno dell’arresto abbia revocato le deleghe a De Angelis e abbia nominato, nemmeno due ore dopo, Antonio Manzi all’Urbanistica ed alla Viabilità senza passare per il dibattito in Consiglio comunale e senza gestire ad interim le deleghe prima del confronto in assise.

Gli esponenti dell’opposizione per questo chiedono anche la convocazione di un consiglio comunale straordinario con comunicazioni del sindaco e l’istituzione di un tavolo di concertazione permanente cui affidare la vigilanza sull’operato dell’esecutivo composto da tutte le forze politiche “come garanzia di legalità cosiddetta di salute pubblica”.


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com