Tenta cavallo di ritorno, ma l’estorsione avviene mentre la vittima è dai carabinieri

SANTA MARIA A VICO- I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni, unitamente a quelli della locale stazione, hanno arrestato, in flagranza di reato per tentata estorsione, Elena Rivetti, 46 anni residente a San Felice a Cancello. La vittima, un sessantaseienne del luogo, si è presentato presso i Carabinieri per sporgere una denuncia di furto della propria autovettura, avvenuta poche ore prima. L’uomo, durante la sua permanenza in caserma, ha ricevuto, sul suo cellulare, alcune telefonate da un utenza con numero sconosciuto il cui interlocutore, dopo vari giri di parole, gli formulava una richiesta estorsiva per la restituzione dell’autovettura. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile dopo immediati accertamenti hanno predisposto uno specifico servizio, presso l’abitazione della donna, la quale aveva formulato la richiesta estorsiva di 2.200 euro per la restituzione del mezzo. Proseguono le indagini volte ad individuare gli altri componenti della banda dedita al  “cavallo di ritorno”. L’arrestata, intanto, è stata accompagnata presso l’istituto penitenziario femminile di Pozzuoli, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email



This site is protected by wp-copyrightpro.com