Liveri in pre-dissesto: l’accusa della minoranza fa infuriare l’amministrazione

LIVERI- Infuria la polemica nel comune mariano. Lo stato delle finanze del paese mette per l’ennesima volta una contro l’altra maggioranza ed opposizione, in un confronto sui numeri e sulle capacità economiche dell’ente. Nell’ultimo Consiglio comunale, lo scorso 30 novembre, l’amministrazione comunale discusse in assemblea la situazione finanziaria dell’ente prendendo spunto dalla delibera della Corte dei Conti (la 232 dello scorso 18 novembre) con cui l’organo di valutazione economico- finanziaria chiedeva lumi sulla situazione del Comune sottolienando alcune criticità nel bilancio e chiedendo un costante monitoraggio delle condizioni ‘critiche’. Diverse le difficoltà imputate alla gestione dell’ente nella relazione di quindici pagine stilata dalla Corte. In particolare, ed in estrema sintesi, “la sussistenza di una notevole quantità di residui attivi vetusti”; “l’accumulo di residui passivi” ; “le carenze nel sistema di riscossione delle entrate”; “il superamento del parametro di deficitarietà relativo al volume complessivo delle spese di personale”; “la mancata riduzione di spesa”; “carenze nel sistema di riscossione delle entrate, persistenti squilibri nella gestione di cassa con utilizzo continuativo e reiterato di anticipazioni di tesoreria unitamente al ricorso alle entrate a destinazione vincolata”. Nelle sue conclusioni, la Corte dei Conti ha invitato l’ente liverese “a portare a compimento le misure di risanamento finanziario adottate e necessarie a superare le ridette criticità, che continueranno ad essere oggetto di monitoraggio di questa Sezione”. La relazione dei giudici contabili è divenuta nei giorni scorsi oggetto di un durissimo manifesto dell’opposizione rappresentata da “L’altra Liveri”. Nel mirino della minoranza, proprio la relazione della Corte dei Conti. L’accusa dei consiglieri è che Liveri si trova in uno stato di pre dissesto e rischia il fallimento visti i conti in ‘profondo rosso’ causati da una presunta malagestione dell’amministrazione. “La situazione di predissesto è stata sottovalutata- si legge nel manifesto- e questo comporterà aumenti tariffari per le famiglie liveresi”. Alle accuse di “L’altra Liveri” hanno risposto nelle scorse ore gli amministratori e lo stesso sindaco Raffaele Coppola: “Nonostante le difficoltà economiche in cui riversa il nostro ente, di cui nessuno ha mai fatto mistero- scrive Coppola- non sono stati evidenziati atti illeggittimi o responsabilita’ politiche o tecniche , invitando, addirittura, “l’Amministrazione a portare a compimento le misure di risanamento finanziario adottate e necessarie”, certificando quindi che quanto finora fatto è quindi giusto ed indispensabile”. La polemica, divampata su manifesti e social network, infiamma le festività natalizie del paese. Conti in rosso o finanze solo da risanare? L’interrogativo continuerà a dividere maggioranza ed opposizione per molto tempo.

Print Friendly, PDF & Email

TAG


Utenti online