Nola: rubava portafogli e carte di credito al cimitero, denunciato borseggiatore seriale

NOLA (Nello Lauro e Bianca Bianco) – Era diventato una presenza fissa nel cimitero di Nola. Presenza fissa ma sfuggente ed inquietante, come un fantasma. D.I., 47enne di Terzigno, non era però un ectoplasma che girava tra tombe e cappelle gentilizie ma, secondo gli agenti del Commissariato di Nola, un ladro seriale che colpiva tra le mura del camposanto. Ogni maledetta domenica. Approfittando della presenza più alta di persone che la domenica pregano sulle tombe dei loro cari defunti, l’uomo si aggirava tra i vialetti e derubava gli incolpevoli visitatori. Erano due mesi che venivano denunciati furti e borseggi, soprattutto nelle cappelle. L’ultimo, quello che gli è stato fatale, ha riguardato la borsa di una signora che pregava sulla tomba del fratello. D.I., dopo essersi impossessato degli effetti personali della donna, ha utilizzato anche la carta di credito della sua vittima derubandola di 1500 euro. Una mossa poco accorta scoperta da un agente libero dal servizio. Dopo una serie di indagini, infatti, i poliziotti di Nola sono risaliti al 47enne, lo hanno interrogato e sottoposto ad identificazione. Tutti gli indizi si sono trasformati in prova e per il 47enne è arrivata la denuncia per i furti ed i borseggi, accompagnata dal foglio di via obbligatorio. Non potrà più tornare a Nola. Tanto meno al cimitero.

Print Friendly, PDF & Email