Waterfront Portici, senatore Puglia (M5S) attacca Cozzolino: ennesimo bluff

PORTICI –  “Abbiamo concesso fiducia fino allo stremo, abbiamo offerto e fornito la nostra collaborazione, ci siamo proposti nel ruolo di mediatori tra fazioni politiche in lotta. Ci siamo mossi nel solo interesse di Portici. Ma abbiamo urtato contro un muro di incapacità politica e inettitudine amministrativa. Siamo a un passo dal registrare il fallimento del Waterfront, un’opera strategica quanto semplice da realizzare. E qual è la risposta? Chiacchiere. Quelle che ci ha riservato fino ad oggi il sindaco Nicola Marrone. Quelle che ascolteremo domani sera alla Reggia di Portici per bocca dell’europarlamentare Pd Andrea Cozzolino. Quello stesso Cozzolino che il giorno dopo essersi fatto eleggere a Bruxelles, si è candidato alle primarie contro De Luca, dimostrando quanto avesse a cuore il suo mandato. Quello stesso Cozzolino che nel 2011 vinse le primarie truffa a Napoli, quelle dei voti ‘cinesi’, poi annullate per presunti brogli”. Così il senatore del Movimento 5 Stelle, Sergio Puglia. “Ci fa sorridere amaro – aggiunge Puglia – il titolo dell’evento: ‘Il Lungomare si può fare’. Cozzolino, in chiaro stile democrat, scarica le colpe dei ritardi contro terzi. Dimenticando che il progetto Waterfront risale al 2009, anno dell’amministrazione Pd”. “L’evento di domani sera – conclude il senatore M5S – si annuncia come l’ennesimo bluff. E il sogno Waterfront, volano per il rilancio del nostro territorio, rischia di tramontare per effetto di beghe tra partitucoli e listine messi insieme per fare numero e non per fare bene. Non possiamo aspettare che ci sia un sindaco 5 Stelle per dare a Portici un diritto spettante dalla nascita: il Lungomare”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online