Sacro Sud” nel Santuario di padre Arturo: la preghiera musicale di Enzo Avitabile a Visciano

avitabileVISCIANO- “Sacro Sud” approda a Visciano. Nella cittadella della carità, patria dell’opera di padre Arturo d’Onofrio, arriva il musicista Enzo Avitabile con il suo progetto musicale ispirato dai percorsi di fede. Si chiama “Sacro Sud”, è interamente acustico e vede sul palcoscenico Enzo Avitabile affiancato dalle launeddas di Luigi Lai, dalla ghironda di Maurizio Martinotti, dai Cantori del Miserere di Sessa Aurunca e dal Quartetto Polifonico Alphonsiano. Si tratta di un viaggio interiore alla ricerca delle radici della spiritualità, un percorso immaginario da Nazareth a Napoli. Prendendo spunto dalle proprie origini, Avitabile ripercorre alcuni motivi di S. Alfonso, attualizzandoli nei contesti sociali odierni, per giungere al Calvario ed alla Crocifissione di Cristo, mettendo in risalto i mali ed il dolore delle nostre città, dei tanti Sud e dei popoli sofferenti. Un tema importantissimo e al tempo stesso molto profondo e coinvolgente. Un viaggio nei suoni di ieri e di oggi, con i dialetti, le lingue, i ritmi, le danze, i simboli di appartenenza alle proprie radici, le melodie, le parole, i racconti di vita, le favole ispirate alla lotta per l’esistenza, la fede, le religioni, la magia, le aspirazioni universali. L’appuntamento con “Sacro Sud” a Visciano è per domenica 17 gennaio alle 20 presso la Basilica Maria SS. Consolatrice del Carpinello. Ad organizzare l’evento è stata la Proloco Visciano, l’ingresso è gratuito.

Print Friendly, PDF & Email