Roccarainola, stipendi in ritardo ai dipendenti: Comune contro tesoreria

ROCCARAINOLA (Nello Lauro- Il Mattino)- Una guerra a colpi di carte bollate. Comune da una parte, società esterna che gestisce il servizio tesoreria dall’altra, i dipendenti comunali e creditori in mezzo. Una situazione sempre più grave quella che si vive al Municipio di Roccarainola. Una storia nata alla fine dello scorso mese di giugno quando i dipendenti non hanno trovato il 27 sul proprio conto corrente la solita mensilità. Lo stipendio è stato poi pagato il 7 del mese successivo. Ma da allora il ritardo del pagamento si è verificato anche per la mensilità di luglio mentre ad oggi nessun accredito è stato ancora erogato per agosto. Una vicenda che ha provocato e provoca delusione, malcontento e preoccupazione tra i circa 40 dipendenti del comune di Roccarainola, compresi quelli della società in house che si occupa dei rifiuti. Dopo l’allarme del gruppo Movimento Cinque Stelle, lo stesso ente attraverso il primo cittadino Raffaele De Simone ha fatto sentire la sua voce e ha iniziato una lunga e corposa corrispondenza con la Getet spa. L’amministrazione civica ha diffidato la società (e avviato anche la procedura di risoluzione del contratto) che gestisce il servizio di tesoreria scrivendo che l’ente non è in condizioni di dissesto e non ha superato i limiti previsti dalla legge in materia di anticipazione. Di più: il comune ha trasmesso la delibera di giunta relativa alla richiesta di anticipazione a tre dodicesimi del bilancio (è possibile per contratto fino a 5/12) e che ha entrate previste (tra trasferimenti dello Stati, Imu, Tasi e altre tasse comunali per oltre un milione). La società ha risposto, invece, che c’è una deficienza di cassa, l’anticipazione di cui parla il comune è stata già concessa e addirittura reclama di non essere stata pagata nemmeno per il servizio di tesoreria. “E’ tutto così imbarazzante, allucinante, inaudito – dichiara un arrabbiatissimo sindaco De Simone – mai nel mio percorso politico era accaduta una cosa del genere. La situazione sta determinando disagi notevoli all’ente con interruzioni di pubblici servizi da parte dei creditori e ai dipendenti comunali in difficoltà con fabbisogni familiari, utenze, mutui e finanziarie. Voglio ringraziare chi continua a lavorare con spirito di responsabilità e attaccamento alla città ma è una situazione che dobbiamo risolvere”. E intanto tutta la documentazione della querelle è stata inviata alla Procura della Repubblica di Nola, Guardia di Finanza, alla Prefettura, alla Banca d’Italia e al Ministero delle Finanze.

ULTIMORA – E’ stata indetta per domani mattina 9 settembre, dalle 9 alle 12, un’assemblea dei dipendenti comunali di Roccarainola per discutere della problematica degli stipendi che arrivano in ritardo.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online