camposano

Camposano, manca presidente del Consiglio: Rescigno convoca capogruppo

CAMPOSANO- Manca il presidente del Consiglio, la consigliera di opposizione convoca la conferenza dei capigruppo. Non è stata una scelta arbitraria, quella di Carmela Rescigno, ma una pedissequa applicazione dello Statuto del Comune di Camposano. Nel Comune amministrato dal sindaco Franco Barbato, infatti,lo scorso 19 settembre Josephine Amato si è dimessa dal ruolo di presidente dell’assemblea consiliare. Da circa un mese la poltrona è vacante,non è stato ancora scelto chi sostituirà la giovane consigliera che ha deciso “per questioni personali” di sedere solo tra i banchi della maggioranza. Una vacatio che pesa sullo svolgimento delle attività consiliari, cui Carmela Rescigno sopperisce applicando- punto per punto- le norme inserite nello Statuto che regola le operazioni dell’adunanza dei consiglieri. Dunque, richiamando gli articoli,in particolare l’articolo 66 comma 3, essendo “consigliere anziano”, convoca la conferenza dei capigruppo perla convocazione del Consiglio comunale  per il 24 ottobre alle 10. L’invito, con conseguente comunicazione a tutta l’assise, è stato inoltrato per conoscenza anche alla Prefettura di Napoli. La decisione della consigliera Rescigno non mancherà sicuramente di scatenare polemiche nellacittadina andata alle urne a giugno e che ha deciso con il voto di eleggere Franco Barbato, già sindaco tra gli anni Novanta ed il Duemila. In questi primi quattro mesi di amministrazione, non sono mancate polemiche e confronti a distanza tra maggioranza ed opposizione. I consiglieri di minoranza hanno pure presentato ricorso al tar contro l’esito delle amministrative per presunte irregolarità nelle operazioni di voto.

LE DIMISSIONI DI JOSPEHINE AMATO

Print Friendly, PDF & Email