Cicciano, finale play off: ex e tifosi spingono i biancorossi, vogliamo l’Eccellenza

CICCIANO (Nello Lauro- Il Mattino)- Un affetto ritrovato e travolgente. Il Cicciano che vince continua a far sognare tutta la città. Ci crede la società, ci credono i giocatori, ci credono soprattutto i tifosi. Un uragano d’affetto nella semifinale contro l’Albanova (finita 4-4 dopo 120 minuti palpitanti) che ha spianato la strada alla partita che potrebbe dare l’accesso alla finale per la promozione in Eccellenza contro l’Eclanese il 21 maggio. Domani (16,30) arriva al Vincenzo Magnotti la Virtus Goti, squadra finita al terzo posto nel girone A di Promozione proprio dietro il Cicciano. I precedenti stagionali parlano biancorosso con gli uomini di mister Peluso vittoriosi nel Sannio all’andata e al ritorno tra le mura amiche con il minimo scarto (1-0) poco meno di un mese fa. I beneventani si presentano a questa finale con un ruolino in trasferta niente male con 8 vittorie, 1 pareggio e 5 sconfitte con 22 gol fatti e appena 13 subiti. Dall’altro canto il Cicciano è imbattuto in casa in questa stagione con 11 vittorie 4 pareggi con 44 gol fatti e 12 subiti. Numeri che domenica in una partita secca valgono davvero poco. Tutti sono convinti dell’approdo alla finalissima del 21 maggio. Uno dei più convinti è Ginevro Gomiero l’ex patron del Cicciano (dal 2002 al 2008 con la vittoria in Prima Categoria e Promozione): “Vinciamo 3-1 e andiamo a conquistare anche i play off – dice il 52enne ex dirigente – con l’aiuto del pubblico la squadra può farcela. Sarò come sempre allo stadio a tifare per il Cicciano”. Anche l’altro ex presidente Paolino Coppola è fiducioso: “Battiamo la Virtus Goti per 3-1 e andiamo in finale dove vinceremo ancora – afferma il numero uno biancorosso fino al 2016 – ma io non sarò allo stadio dove non sono più gradito da qualche tempo”. “Farò il tifo da casa perché il Cicciano resta la mia squadra del cuore”. I tifosi, in particolare le “Brigate Biancorosse”, stanno preparando da una settimana una coreografia a sorpresa per incitare i propri beniamini e hanno seguito anche gli allenamenti di questa settimana: “Il Cicciano vincerà 2-0 – dice Francesco Casoria, sostenitore biancorosso che quest’anno non è mancato a nessuna partita e che ha creato un manifesto con i protagonisti del film 300 per rendere la gara più epica – e caricheremo i ragazzi anche prima della partita come abbiamo fatto con l’Albanova. Ha portato bene e lo rifaremo”. Fiducioso anche il tecnico Antonio Peluso: “Siamo pronti e carichi, massimo rispetto per il Goti, squadra aggressiva e pericolosa sulle palle inattive che verrà per imporre il suo gioco, ma noi pensiamo a fare la nostra partita”. Sulla formazione massimo riserbo: “Abbiamo recuperato Ildebrante e Amoroso e qualcosa potrebbe cambiare – conclude il trainer – ma la cosa più importante è la voglia di vincere. E con questo pubblico tutto è possibile”

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online