Sperone: respinta l’istanza di dissequestro del cavalcavia numero 20

SPERONE- Dovranno attendere ancora gli agricoltori di Sperone da un anno isolati a causa del sequestro del cavalcavia numero 20 dell’autostrada A16. Nei giorni scorsi, infatti, il gip presso il Tribunale di Avellino ha respinto l’istanza presentata dai legali del Comune di Sperone, in cui si chiedeva che anche il ponte numero 20 fosse dissequestrato con limitazioni come il numero 22. Quest’ultimo è stato riaperto al traffico lo scorso mese ma solo per quei mezzi che non superino 2,20 metri di larghezza. L’ente amministrato dal sindaco Marco Alaia si è rivolto ai giudici per ottenere lo stesso tipo di riapertura ma al momento la risposta del Tribunale è stata negativa perché all’istanza presentata mancava la documentazione relativa alla portata massima di carico del viadotto. Documentazione che il Comune ha provveduto ora a richiedere ad Autostrade e che allegherà nella prossima nuova richiesta di dissequestro. Da più di un anno gli agricoltori della fertile zona di Sperone sono preoccupati per i propri raccolti vista l’impossibilità di raggiungere i fondi con trattori ed auto, dato il sequestro del cavalcavia. Situazione identica a quella del cavalcavia 22, risolto in questo caso da poco meno di un mese.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com