Aggressione al Vulcano Buono, famiglia della vittima offre ricompensa

NOLA- Una ricompensa di 200 euro a chi fornirà elementi utili per risalire agli autori dell’aggressione ad una ragazza nel centro commerciale Vulcano Buono. La famiglia dell’adolescente ha deciso di affidare a Facebook l’iniziativa, offrendo la somma a chi è in possesso di immagini su quanto è accaduto sabato scorso a Boscofangone. Un’idea che ha diviso: c’è chi apprezza la scelta della famiglia di fare chiarezza anche in questo modo (avendo ovviamente già presentato denuncia ai carabinieri) e chi invece ritiene deleterio una “taglia” quando le indagini sono in corso da parte delle forze dell’ordine. Di certo l’episodio della ragazza aggredita ha fatto discutere sin dall’inizio. La giovane, stando al racconto della madre, fu aggredita, le fu strappata una ciocca di capelli e trascorse la notte in ospedale per le ferite ed il forte choc. A quanto pare alcuni dei coetanei presenti al Vulcano Buono ripresero le immagini dell’aggressione. Un fatto increscioso, ma non isolato. Ogni fine settimana, racconta chi frequenta il centro commerciale di Nola, orde di ragazzini riempiono la struttura e sistematicamente si verifica una baruffa. Un comportamento incivile, spia dei tempi. Ma sabato scorso si è andati ben oltre la semplice lute tra ragazzini.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online