Nola, avvocati nel mirino: pestato nel suo studio Bruno Parisi

NOLA – Ennesima aggressione ai danni di un avvocato del foro di Nola. Il primo episodio si è verificato nello studio di San Gennaro Vesuviano dell’avvocato Andrea D’Alia finito con l’arresto dei due aggressori. Ora è toccato al legale Bruno Parisi che è stato aggredito e picchaito, all’uscita dal proprio studio alle ore 21 circa, da due uomini, che – armati di bastoni – gli hanno procurato la frattura del gomito sinistro e del mignolo della stessa mano, causandogli vistosi ematomi alle gambe.

SOLIDARIETÀ DALL’ORDINE DEGLI AVVOCATI – “Ancora un vile attacco, ancora un’aggressione subita da un collega, reo solo di aver fatto e di fare il proprio dovere; ancora episodi di cronaca in cui sono coinvolti avvocati, episodi cui tutti noi dobbiamo dire basta e contro cui ognuno di noi è chiamato a profondere il proprio impegno. Nei giorni scorsi, il collega Bruno Parisi, valente avvocato di lungo corso, di apprezzate e riconosciute qualità umane e professionali, è stato aggredito e percosso, all’uscita dal proprio studio. Nel doveroso rispetto dell’attento lavoro della Magistratura inquirente e delle esigenze sottese al decorso delle indagini, atte ad accertare quanto avvenuto ed a punire gli ignobili colpevoli della violenta aggressione,  il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Nola, Domenico Visone, manifesta, a nome di tutti i  Colleghi, l’assoluta ed incondizionata vicinanza e solidarietà al caro Bruno, invitandolo – ora più che mai – a persistere nella sua attività di avvocato onesto e capace, di diligente ed irreprensibile coadiutore della Magistratura nel settore delle Procedure Esecutive, ambiti nei quali ha sempre mostrato la sua elevata sensibilità di giurista, unita ad una consapevole sensibilità umana, principi con cui ha portato e porta innanzi il proprio lavoro. A nessuno, deve esser consentito di poter pensare di incidere, sul corso della vita di un professionista, facendo ricorso alla violenza più brutale, poiché mai nessuno piegherà la volontà di avvocati, valenti ed onesti come il Collega Bruno Parisi, il cui unico pensiero e fine è quello di servire la Legge, facendolo attraverso un lavoro rispettoso degli altri e rispettoso delle prescrizioni regolanti il convivere civile. Caro Bruno, Ti abbracciamo forte, così come abbracciamo le persone a Te vicine, e Ti chiediamo di essere testimone perenne del valore dell’Avvocatura, opposto al disvalore della violenza e della protervia, la cui punizione affidiamo al lavoro sapiente e meticoloso della Magistratura e delle Forze dell’Ordine, grati del loro appoggio e delle loro capacità”.           

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com