Cicciano, sequestrati 700 botti illegali per la festa: 10 denunciati

Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato, nel comune di Cicciano, oltre 700 artifizi pirotecnici illegali pericolosi denunciando all’Autorità Giudiziaria 10 responsabili. In particolare, i finanzieri del Gruppo di Nola hanno individuato un fondo agricolo dove era installata un’area attrezzata per l’esplosione di fuochi pirotecnici appositamente preparata per i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abaate.

Nel corso dei controlli è stato accertato che la superficie utilizzata era sprovvista delle previste delimitazioni necessarie ad evitare l’accesso a persone non autorizzate e sono state scoperte, nel contempo, 10 persone, il titolare di una cooperativa e 9 lavoratori “in nero”, mentre allestivano e montavano numerosi mortai per lo spettacolo pirotecnico. All’interno di ogni mortaio erano già posizionati i fuochi d’artificio, di vario calibro e misura, tra i quali un ordigno di oltre 26 chilogrammi. Al termine dell’intervento, sono stati sequestrati 716 artifizi pirotecnici, la cui massa attiva è risultata pari a 237 kg, mentre gli operai sorpresi a preparare i botti sono stati denunciati per violazioni al Codice Penale e al Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online