Coronavirus, De Luca dice no alla riapertura di librerie. Mascherine obbligatorie su treni e bus

NAPOLI – In Campania cartolerie e librerie non riapriranno domani, ma resteranno chiuse fino al 3 maggio: lo stabilisce l’ordinanza numero 32 firmata nel giorno di Pasqua dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, il quale ricorda che “risultano diffusi sul territorio nuovi e diversi cluster familiari e locali, presumibilmente originati dalla inosservanza delle misure di distanziamento sociale prescritte, che destano notevoli preoccupazioni”. Quanto ai negozi che vendono abbigliamento per bambini e neonati, riaperti dal Dpcm nazionale, De Luca stabilisce che in Campania potranno operare solo due mattine a settimana, il martedì e il venerdì con orario 8,00-14,00. Nella settimana del 1 maggio 2020, l’apertura è consentita nelle mattinate del martedì e del giovedì, sempre dalle 8 alle 14. Tutti gli altri divieti vigenti in Campania fino al 14 aprile vengono prorogati fino al 3 maggio.

MASCHERINE OBBLIGATORIE SU BUS E TRENI – Nel documento firmato c’è anche una nuova disposizione regionale: “È di fatto obbligo di adozione dei dispositivi di protezione individuale per il personale a bordo e per i passeggeri”. Su bus e treni del trasporto pubblico le mascherine sono obbligatorie.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online