Marigliano, il primo cittadino Antonio Carpino si dimette e torna a casa

Torna a casa l’ex sindaco di Marigliano Antonio Carpino, arrestato per voto di scambio. Questa mattina il Gip ottava sezione del Tribunale di Napoli ha concesso i domiciliari all’ex primo cittadino del Pd. Carpino, difeso dagli avvocati Aniello Quatrano e Francesco Pica, è accusato di aver usufruito dell’appoggio elettorale dei clan di Marigliano alle elezioni comunali nel 2015. Carpino si è dimesso, il prefetto lo ha sospeso e dovrebbe sciogliere il consiglio comunale se non si approva il bilancio consuntivo nella seduta di lunedì prossimo. Lo riferisce il sito la provinciaonline.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online