Coronavirus, posticipata apertura scuole a Casamarciano, Cimitile, Comiziano, Roccarainola e Tufino

(nello lauro) – Dopo Cicciano anche Casamarciano, Cimitile, Comiziano, Roccarainola e Tufino posticipano l’apertura delle scuole a lunedì 28 settembre. A Tufino “a seguito del contagio del dipendente comunale nella giornata di lunedì alcuni impiegati pubblici si sono sottoposti volontariamente ad un tampone effettuato da un laboratorio privato” si legge nella nota ufficiale del comune. “Nella serata di ieri è arrivato l’esito che segnala la positività’ per 3 dipendenti e due collaboratori. Il sindaco Carlo Ferone ha immediatamente inviato tale informazione all’Asl ed alla Prefettura e siamo in attesa dei provvedimenti che intendono prendere. A scopo precauzionale crediamo sia utile che tutti, indipendentemente dai dipendenti, prestino maggiore attenzione evitando contatti ristretti”. A Casamarciano il neo sindaco Carmela De Stefano ha deciso che il plesso scolastico di via Raffaele Mercogliano a Casamarciano riaprirà lunedì 28 settembre firmando questa mattina l’ordinanza sindacale numero 46 che sospende le attività della scuola primaria e secondaria di I grado. “Un posticipo necessario per consentire di attuare tutte le procedure in termini di sicurezza dopo le consultazioni regionali e comunali che si sono concluse nella tarda serata di ieri – dichiara il primo cittadino – Garantiamo il diritto allo studio in un clima di serenità per i nostri figli e le famiglie. Resta confermata l’apertura dell’asilo nido e del liceo classico “Giosuè Carducci” per domani, giovedì 24 settembre”. Stessa decisione presa dal sindaco di Roccarainola Giuseppe Russo: “L’inizio dell’anno scolastico è posticipato da giovedì 24 settembre a lunedi 28 settembre per garantire una migliore gestione dell’organizzazione logistica e consentire l’avvio in assoluta sicurezza ed anche per adottare idonee misure di igienizzazione e sanificazione per gli istituti sedi dei seggi elettorali”. Anche il sindaco di Cimitile Nunzio Provvisiero ha firmato l’ordinanza con la quale è stato disposto il posticipo dell’avvio delle attività didattiche di tutti gli istituti scolastici comunali al 28 settembre. “L’ordinanza si è resa necessaria a seguito delle istanze rappresentate dalla Dirigente scolastica al fine di garantire il ripristino degli spazi didattici dopo le elezioni in modo da accogliere tutti gli alunni in condizione di sicurezza, con un’accurata sanificazione e igienizzazione, nonchè, a seguito dell’ulteriore considerazione che il Ministero dell’Istruzione non ha ancora concluso la consegna degli arredi presso i relativi istituti. Strutturalmente le classi sono state adeguate alle per direttive ministeriali, pertanto i nostri alunni potranno iniziare l’anno in sicurezza”.  Alla lista si aggiunge anche Comiziano dove l”‘inizio dell’anno scolastico è posticipato da giovedì 24 settembre 2020 a lunedi 28 settembre 2020 per garantire una migliore gestione dell’organizzazione logistica e consentire l’avvio in assoluta sicurezza ed anche per adottare idonee misure di igienizzazione e sanificazione per gli istituti sedi dei seggi elettorali”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online