Marigliano, taglia orecchie al suo pitbull: denunciato 50enne

MARIGLIANO (Nello Lauro – Il Mattino.it) – C’è chi la chiama estetica, chi addirittura amore. Niente di più falso. E illegale. Il taglio delle orecchie per un cane è pura barbarie. Continuano i casi e anche nel Napoletano la pratica continua. I militari della stazione carabinieri forestale di Marigliano, diretti dal comandante Alessandro Cavallo e le guardie zoofile e venatorie della Lipu, coordinate da Giuseppe Salzano durante controlli mirati alla repressione dei reati effettuati nei confronti degli animali, hanno trovato nella disponibilità di un cinquantenne del posto un pitbull con entrambe le orecchie amputate, privo di microchip e di iscrizione all’anagrafe canina e detenuto in un box angusto ed in precarie condizioni. L’uomo e’ stato denunciato per il reato di maltrattamento agli animali ed il cane è posto sotto sequestro giudiziario e affidato a lui  in custodia. “Il taglio delle orecchie – conchectomia bilaterale – su di un pitbull e la circostanza che il cane sia anche privo di microschip e non iscritto all’anagrafe canina, ci lascia il fondato sospetto che lo stesso possa essere adoperato nei combattimenti – afferma Fabio Procaccini, delegato provinciale della Lipu – il decesso del cane soccombente non lascerebbe alcuna traccia”. Si attende, ora, la convalida del sequestro da parte della Procura della Repubblica di Nola che potrebbe anche provvedere ad una diversa destinazione del cane.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online