San Paolo Bel Sito, fermato l’assassino di Ylenia: in casa abiti insanguinati

Ylenia Lombardo, 33 anni

SAN PAOLO BEL SITO – I carabinieri della compagnia di Nola hanno fermato Andrea Napolitano, 36 anni di San Paolo Bel Sito, per l’omicidio di Ylenia Lombardo.  A casa dell’uomo sono stati trovati abiti sporchi di sangue. La 33enne sarebbe stata prima picchiata e poi divorata dalle fiamme dalla cintola in su. Ylenia, sposata e con una bambina di 4 anni, affidata alle cure dei nonni materni che vivono a Viterbo, era disoccupata ma saltuariamente riusciva a lavorare come badante per potersi pagare le spese di casa. La 33enne, originaria di Pago di Vallo di Lauro, aveva preso in affitto un’abitazione in via Ferdinando Scala, in pieno centro cittadino, dove viveva da sola e dove è stata ammazzata dall’assassino prima di essere avvolta dalle fiamme. Il 36enne, da quanto emerge dalle indagini dei carabinieri, conosceva molto bene Ylenia. Napolitano è stato individuato grazie alle testimonianze di alcuni cittadini e alle telecamere di videosorveglianza della zona. Il fermo è stato emesso dal pm della procura di Nola.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online