Atti osceni davanti a minorenne su treno Napoli-Caserta: denunciato 35enne

Oltre 5000 persone controllate, 12 denunciati e 21 contravvenzioni elevate: è questo il bilancio dell’attività degli ultimi giorni del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania.

In particolare a Napoli, gli agenti del Reparto Operativo hanno denunciato 4 persone, 3 pluripregiudicati napoletani e un pachistano, responsabili di una rissa per futili motivi all’interno della stazione Centrale. Un parcheggiatore abusivo, originario del Marocco, che dal controllo nella Banca Dati, è risultato irregolare sul territorio nazionale. Un napoletano 44enne per gestione illecita di rifiuti, in quanto immagazzinava materiali ferrosi nel proprio sito adibito a raccolta e stoccaggio, senza le prescritte autorizzazioni. Una donna napoletana, a seguito di un’attività d’indagine, per favoreggiamento, in quanto nel proprio esercizio commerciale venivano utilizzate, con modalità contactless, carte di credito oggetto di furti denunciati nei giorni precedenti presso gli uffici della Polfer di Napoli Centrale.

ATTI OSCENI – A Caserta, una minore ha chiesto aiuto al capotreno del convoglio su cui viaggiava, proveniente da Napoli e diretto a Caserta, in quanto un viaggiatore aveva compiuto atti osceni in sua presenza. L’uomo, un casertano 35enne, è stato individuato e fermato dagli agenti della Polizia Ferroviaria in stazione ed è stato denunciato per atti osceni e violenza sessuale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online