giovedì, Giugno 13, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Liveri, una serata magica di jazz per “organizzare la speranza”

LIVERI – “La più terribile delle sensazioni è la sensazione di aver perso la speranza” scriveva Federico Garcia Lorca. La speranza è l’unico filo che ci permette di uscire dal labirinto della desolazione, della sconfitta e della resa. Essa si presenta come l’arma vincente per illuminare con la fiaccola dell’ottimismo il cammino di ciascun essere umano che sia stato toccato dalla sofferenza e dalla rassegnazione. Conscia del poter intrinseco di tale sovrumana forza, Rachele Corcione con il suo progetto “Organizziamo la Speranza”, si è fatta promotrice di un evento unico nel suo genere. In occasione della festa della luce, tenutasi a Liveri, Rachele Corcione ha proposto al pubblico una serata jazz nella cornice del Parco degli Ulivi, adiacente il santuario di Santa Maria a Parete, avvalendosi della collaborazione del comune guidato dal sindaco Raffaele Coppola, e del presidente del gruppo Aido Nola-Cimitile, Felice Peluso. L’idea di Rachele di illuminare questi periodi bui, soprattutto nel particolare momento storico che il mondo intero sta vivendo, si è concretizzata grazie alla musica passionale e distensiva dei Parking Attendants, gruppo originario del nolano ma che deve il suo successo ai palchi internazionali. Ad alimentare la luce della “Spesracheliana” il messaggio dell’Aido del quale si è fatto portavoce, con visibile emozione, Felice Peluso: dopo aver mostrato un video-spot del gruppo, ha cercato di far capire come si diventa donatori di vita e quali sono stati i passaggi più importanti della sua esperienza. A chiudere la serata il sindaco Coppola ha illustrato a tutti la sua visione “liverese” e la sua voglia di far crescere un luogo irradiato dalla luce mariana e dalla fiamma della fede.

 

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com