giovedì, Giugno 20, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Marano, operaio 59enne precipita da un’impalcatura e muore

Un operaio, Antonio Vasto, di 59 anni, è deceduto dopo essere caduto da una impalcatura alta 4 metri sulla quale insieme con un collega stava tinteggiando un’abitazione. La tragedia è avvenuta in via del Mare nel comune di Marano di Napoli. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri. Gli inquirenti hanno disposto il sequestro della salma sulla quale verrà  eseguita l’autopsia. La tragedia si è verificata in una villetta che si trova nel parco delle Rondini di Marano. I sanitari hanno tentato inutilmente di rianimare l’operaio per il quale, però, ormai non c’era più niente da fare. Antonio Vasto era sposato: lascia la moglie e un figlio di 30 anni. La salma è stata trasferita nell’ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania. Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri finalizzati a fare luce sulla dinamica dell’accaduto: non si esclude che Antonio Vasto possa essere stato colto da malore o che sia inciampato. I militari, coordinati dal pm di turno della Procura di Napoli Nord, stanno ascoltando il collega di Vasto che si trovava con lui quando è precipitato.

“SCIOPERO GENERALE” – “E’ una strage infinita, è ora di pensare ad uno sciopero generale del settore edile. Quanti morti dovremo ancora contare? Non c’è più tempo da perdere, servono regole chiare e controlli serrati”. A dirlo è il segretario generale Fillea Cgil Napoli, Giovanni Passaro, commentando la morte di Antonio Vasto, l’operaio edile morto questa mattina a Marano di Napoli, cadendo da un’impalcatura.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com