Comiziano, maggioranza allontana i venti di crisi: “Siamo saldi e solidi”

COMIZIANO – A pochissime ore dell’articolo sull’ultimo consiglio comunale di Comiziano su bilancio e tariffe Tari è arrivata la versione dei fatti della maggioranza.

“In merito alla seduta consiliare del 13 giugno si precisa che la maggioranza consiliare non è assolutamente uscita spaccata, i consiglieri che si sono astenuti lo hanno fatto a seguito della consegna fatta, dal consigliere Giovanni De Luca, di un documento in cui veniva simulato l’aumento della tariffa Tari per una famiglia media da 400 a 600 euro, tale documento, chiaramente demagogico, non teneva conto dello sconto attivato grazie al fondo Covid per un importo di 65.000 euro che, nelle intenzioni dell’amministrazione, sarebbe stato ripartito alle utenze domestiche e che, pertanto, non avrebbe portato al paventato aumento. Si è parlato di un bilancio che avrebbe creato problemi con la Corte dei Conti, tale affermazione è, per l’amministrazione, priva di fondamento e pretestuosa sempre con lo stesso scopo di creare clima di terrore” si legge nella nota

“Il gruppo di maggioranza, immediatamente dopo la seduta consiliare, si è riunito ed ha chiarito tutti i punti relativi alla Tari che hanno portato all’astensione, ed ha confermato la sua compattezza nel sostenere l’amministrazione Nappi. Precisiamo che non vi è nessuna conflittualità all’interno della maggioranza e che essa è salda e solida, si provvederà nelle prossime sedute a risolvere i problemi relativi alle voci di bilancio con lo stesso spirito di sempre”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online