Cicciano, 25enne muore dopo shock anafilattico: indaga la polizia

CICCIANO (nl) – Antonio Piccolo (nella foto), 25enne di Cicciano, è morto nel pomeriggio del 21 luglio, nell’ospedale di Nola. Il decesso sarebbe sopravvenuto per uno shock anafilattico, il giovane sarebbe stato punto sul sopracciglio da un insetto. La Procura di Nola ha aperto un fascicolo e disposto l’autopsia. Lo riporta il sito Fanpage.it

Il giovane, secondo la ricostruzione, è stato soccorso intorno alle 15:30 tra le palazzine del rione Gescal di Cicciano, all’arrivo dei sanitari le sue condizioni erano già molto gravi; gli sono state praticate le manovre rianimative e, caricato in ambulanza, è stato trasferito al Pronto Soccorso di Nola, dove gli è stato praticato ancora il massaggio cardiaco ma poco dopo il suo cuore ha smesso di battere. In ospedale sono arrivati gli agenti del commissariato di Nola per cercare di ricostruire l’accaduto.

Piccolo avrebbe avuto un malore, era in compagnia di due amici, nei pressi di un campo sportivo di Cicciano, dove i tre si erano diretti dopo aver finito di lavorare. Il giovane avrebbe cominciato a stare male subito dopo essere stato punto al volto da un insetto, probabilmente un’ape o un calabrone.

Gli amici lo avrebbero quindi caricato in auto, con l’obiettivo di portarlo in ospedale, ma arrivati al rione Gescal il giovane avrebbe perso i sensi e sarebbe stato quindi chiamato il 118. Obiettivo degli inquirenti, capire la natura del decesso. Oggi pomeriggio nella chiesa di San Giacomo Apostolo si sono svolti i funerali dello sfortunato Antonio.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online