martedì, Luglio 16, 2024
spot_img
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Politiche 2022, Rescigno (Fdi): “Io leale a partito che però non è una caserma”

“Al presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che ha fatto della coerenza la sua stella polare, chiediamo di non tradire i suoi principi di meritocrazia e territorialità con l’immotivata esclusione dalle liste di Fratelli d’Italia in Campania della consigliera regionale Carmela Rescigno. L’intero territorio della provincia di Napoli che va dal Nolano alla fascia costiera, fino al Baianese, risulterebbe privo di una rappresentanza. Appare ancor più sorprendente la scelta di catapultare nei nostri territori candidati e candidate che hanno un consenso inferiore a Rescigno. Non vorremmo che l’esclusione, visti i criteri adottati nelle altre province con i primi dei non eletti in Consiglio regionale, Imma Vietri e Gimmy Cangiano, sia frutto di una scelta contra personam per motivazioni che esulano dalla politica. Da donna e leader facciamo appello al presidente Meloni a rivedere le scelte per non disperdere un patrimonio politico e di militanza accumulato negli anni”. E’ quanto scrivono, in una nota, i consiglieri comunali Alessandra Tabernacolo (Torre del Greco), Mauro Iovane (Torre Annunziata), Tony di Sauro (Marigliano), Giovanni Corrado (sindaco di Cicciano), Antonio Vaiano (Terzigno), Anna Abagnale (Sant’Antonio Abate), Antonio Mosca (Terzigno), Felice Riva (Camposano), Rina Vacchiano (Camposano), Antonio Mazzarella (Camposano), Vincenzo Iovino (Nola), Beatrice Colucci (Baiano), Pasquale Muccio (Sperone), Vittorio De Simone (Terzigno), Biagio Castaldo (Afragola). All’appello si uniscono i circoli di Portici, San Giorgio a Cremano, Nola e i responsabili del Baianese e del Vallo di Lauro Stefano De Laurentiis e Antonio Moschiano, Biagio Castaldo (Afragola).

LA DELUSIONE DELLA RESCIGNO – “Caro coordinatore Antonio Iannone io da esclusa non scappo e non credo nessuno possa mettere in dubbio la mia lealtà verso Fratelli d’Italia. Ovviamente, i territori con i tanti amministratori avvertono l’ingiustizia di una decisione che rispettiamo, senza però subire censure. Fdi non è una caserma ma un partito. E ricordo che il partito non è proprietà di nessuno. I coordinatori passano e anche i leader”. Lo dichiara Carmela Rescigno, consigliere regionale di Fratelli d’Italia della Campania esclusa dalle liste per le prossime elezioni politiche. “Non c’è alcun dubbio che sarò al tuo fianco in questa battaglia, facendo a tappeto e il porta a porta nei comuni del salernitano. Il bene del partito viene prima. E tutti noi dobbiamo essere in campo contro il sistema De Luca”, prosegue Rescigno. (Ansa)

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com