domenica, Febbraio 25, 2024
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Appalti truccati tra Napoli e Caserta: otto condanne, 7 anni a Sommese

Trentuno assoluzioni e otto condanne. È questo il bilancio del processo “The Queen” che ha coinvolto colletti bianchi e pezzi grossi di imprenditoria e politica regionale campana.

In primo grado la terza sezione penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presieduta dalla giudice Luciana Crisci ha disposto 7 anni di reclusione per il progettista Guglielmo La Regina, da cui ha preso il nome l’inchiesta “The Queen” e l’ex assessore regionale ai Beni Culturali e al Turismo Pasquale Sommese; 5 anni e 4 mesi di reclusione per Alessandro Zagaria, per l’ex sindaco di Alife Giuseppe Avecone, Raffaele Zoccolillo, Domenico Antonio Ranauro; 4 anni di reclusione per l’ex sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro (Domenico); 3 anni e 4 mesi di reclusione per Antonio (detto Antonello) Sommese.

Sono state 31 le assoluzioni alcune per intervenuta prescrizione e altre che hanno scagionato gli imputati dai reati contestati: l’ex sindaco di Casapulla Ferdinando Bosco, Claudio Accarino, Pasquale Amato, Michele Apicella, Aldo Aveta, Vito Cappiello, Marco Cascella, Mario Cerrone Palermo, Luigi Conte, Carlo Coppola, Claudio D’Alessio, Andrea D’Aniello, Claudio De Blasio, Luciano Di Fraia, Rino Di Mola, Francesco La Regina, Daniele Maramma, Mario Martinelli, Salvatore Mazzocchi, Raffaele Meo, Andrea Nunziata, Umberto Perillo, Carlo Antonio Piccirillo, Raffaele Piccolo, Antonio Domenico Ranauro, Corrado Romano, Vincenzo Sposito, Sergio Stenti, Raffaele Testa, Gabriele Venditti, Salvatore Visone. Nella sua requisitoria il sostituto procuratore della Dda di Napoli Maurizio Giordano aveva chiesto 22 condanne.

Il blitz della Guardia di Finanza è datato marzo 2017: furono eseguite 69 misure cautelari. Gli imputati erano accusati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati come corruzione, turbativa d’asta, concussione, per favorire imprese vicine al clan dei Casalesi. L’indagine si è imperniata sulla figura di Guglielmo La Regina, rappresentante di una società di professionisti interessata alla progettazione.

 

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com