giovedì, Febbraio 22, 2024
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Capodanno, tra Napoli e provincia 36 persone ferite a causa dei botti

Ricoverata all’ospedale Vecchio Pellegrini, la donna – una napoletana di 50 anni – è in prognosi riservata. Il dato fornito dalla Questura di Napoli segna un aumento del fenomeno rispetto allo scorso anno quando i feriti a causa dei botti tra Napoli e provincia furono sedici, meno della metà.

Tra i feriti registrati la scorsa notte tra Napoli e provincia in occasione dei festeggiamenti per il nuovo anno si segnala anche il caso di un algerino di 50 anni ricoverato in prognosi riservata all’ospedale napoletano Vecchio Pellegrini per ferita da arma da fuoco alla spalla destra. L’uomo ha raccontato di transitare in via Marina, a Napoli, quando da un’ autovettura in corsa sarebbe stato esploso un colpo di arma da fuoco al suo indirizzo.

Ad Acerra, due commercianti di 34 e 28 anni hanno fatto ricorso alle cure dei medici dell’ospedale Villa dei Fiori per ferite da arma da fuoco. I due hanno riferito di trovarsi in Corso Meridionale con un banco di fuochi d’artificio quando sarebbero stati avvicinati da due persone in sella a uno scooter che avrebbero chiesto loro del denaro. Successivamente sarebbero stati raggiunti da altre due persone – in sella a un altro scooter – una delle quali avrebbe fatto fuoco al loro indirizzo ferendoli uno alla tibia e l’altro al ginocchio sinistro. Entrambi non sono in pericolo di vita. Sui due episodi sono in corso accertamenti da parte della Polizia di Stato.

Gli esplode petardo tra le mani, 17 enne in pericolo di vita – Rischia di perdere la vita un giovane di 17 anni ricoverato al pronto soccorso dell’ospedale San Giuliano di Giugliano (Napoli) con ferite da ustione al volto e alle mani. Da una prima ricostruzione pare che il ragazzo, assieme a un coetaneo, si sia ferito nel tentativo di accendere un grosso petardo a Melito di Napoli, in via don Raffaele Abete. L’ordigno – non si sa se raccolto da terra o di sua proprietà – gli è esploso tra le mani al momento dell’accensione. Il giovane – che è in prognosi riservata – è stato trasferito all’ospedale di Pozzuoli dove sarà sottoposto a intervento chirurgico. L’amico che era con lui è in attesa di intervento chirurgico alla mano, ma non è in pericolo di vita. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri di Melito.

A Napoli auto passa su petardo e va in fiamme, passeggeri illesi – Era alla guida della propria auto, una Fiat Panda, quando all’improvviso ha visto prendere fuoco il mezzo a seguito di un’esplosione. È quanto accaduto la scorsa notte a Napoli, in via dell’Epomeo, quartiere Pianura. L’ipotesi – sulla quale stanno compiendo accertamenti i carabinieri – è che a causare l’incendio sia stata l’esplosione di un petardo lanciato dall’alto nel corso dei festeggiamenti della scorsa notte. L’auto, a bordo della quale oltre al conducente c’erano anche moglie e cognato dell’uomo alla guida, sarebbe passata sopra il petardo al momento della sua esplosione. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per domare le fiamme che hanno investito la parte anteriore del mezzo. Illesi i passeggeri. A Bagnoli, invece, i carabinieri sono intervenuti nell’ospedale San Paolo per due persone ferite a causa dello scoppio di petardi. Le vittime sono un 33enne ferito da scoppio di petardo al sopracciglio destro con edema palpebrale destro e sospetta lesione e un 47enne dimesso per ustione della coscia sinistra guaribile in dieci giorni. (fonte Ansa)

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com