lunedì, Aprile 22, 2024
spot_imgspot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Nola, didattica e impegno sociale: il liceo Medi incontra… lo scrittore Affinati

Proseguono a Nola gli incontri culturali, aperti a tutti, nell’ambito del progetto “Il Liceo Medi incontra il territorio”, ideato da Carlangelo Mauro che ha curato di recente per Mondadori “Tutte le poesie” di Quasimodo. Lunedì 4 marzo alle 17, presso l’aula magna del Seminario Vescovile di Nola, ritorna lo scrittore Eraldo Affinati. Con la dirigente del liceo “Medi”, Anna Iossa, interverranno Don Luigi Mucerino (direttore della Biblioteca San Paolino), don Virgilio Marone (responsabile ufficio Scuola della Diocesi), alla presenza di docenti, in particolare quelli di religione della Diocesi, studenti del “Medi”, rappresentanti del Movimento di impegno educativo di Azione cattolica, l’Archeoclub sezione di Nola, l’Arciconfraternita di San Raffaele, la Fidapa di Nola, la Pro Loco di Nola, la Pro Loco “Terre del Bel Sito” che collaborano all’iniziativa.

Quella di Affinati è una presenza ormai stabile in questi seminari letterari che da molti anni si tengono sotto varie denominazioni (“Voci dal mondo”; “A colloquio con gli scrittori”). Con l’incontro del 4 marzo dalla scuola parte un messaggio forte: quello di coniugare la didattica all’impegno nel sociale, attraverso la testimonianza di Affinati, fondatore della scuola Penny Wirton. Una scuola per migranti portata avanti da volontari, incluso studenti, diffusa sul territorio nazionale, ideata da chi si è messo “sulle strade di Don Lorenzo Milani”: questo è il sottotitolo dell’incontro al Seminario che richiama un libro di Eraldo su Don Milani  ̶  di cui da poco si è concluso il centenario della nascita  ̶  pubblicato da Mondadori nel 2017: “L’uomo del futuro. Sulle strade di Don Lorenzo Milani”. L’insegnamento di Don Milani è ritrovato da Affinati in chi nel mondo, anche senza conoscerlo, si avvicina al modello educativo della Scuola di Barbiana.C’è un altro volume pubblicato da Affinati su Don Milani “Il sogno di un’altra scuola. Don Milani spiegato ai ragazzi” (Piemme, 2018) in cui la vita e il pensiero del sacerdote vengono presentati attraverso le domande, la lezione interattiva con sei studenti adolescenti.

Nell’incontro presso il Seminario si parlerà dell’esperienza di Eraldo come docente e come scrittore che ha saputo coniugare vita e letteratura. Nel 2004, Affinati, docente di Italiano e Storia presso la “Città dei Ragazzi” di Roma, fondata nel secondo dopoguerra da monsignor John Patrick Carroll-Abbing per ragazzi disagiati, comprese  l’urgenza  di insegnare in modo intensivo l’italiano ai tanti adolescenti stranieri arrivati tra mille difficoltà in Italia. Il nome stesso per la scuola è quello del romanzo per ragazzi di Silvio D’Arzo, “Penny Wirton e sua madre”, che ha come protagonista un bambino povero, emarginato, il quale non ha mai conosciuto suo padre. Nell’incontro sarà dato spazio, attraverso le domande degli studenti del “Medi”, all’ultimo volume di Affinati: “Delfini, vessilli, cannonate”, il cui titolo è ricavato da un verso del poeta greco Seferis. Si tratta di una “autobiografia letteraria” di 800 pagine scandite in 21 sezioni tematiche, tra cui “Adolescenza”, “Amicizia”, “Dio”, “Esilio”,  “Famiglia”, “Guerra”, “Scuola”.

Nell’ambito di ogni tema si dà voce agli autori classici o contemporanei, con delle schede che sarebbe riduttivo o improprio, chiamare recensioni, come l’autore stesso spiega nella introduzione al libro: “Recensione, lo so, è parola im­propria, inadeguata. Dovrei usarne un’altra ma rischierei di in­filarmi in un vicolo cieco. Si tratta di un ritmo vitale. Un battito del cuore, sarei tentato di precisare. Con tutte le inevitabili arit­mie. Ho deciso di dividerle in sezioni tematiche, tenute insieme dalle loro risonanze. A ogni romanzo, saggio o raccolta di versi corrisponde un testo per sentenziare l’emozione provata, l’idea scaturita…”.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com