lunedì, Maggio 27, 2024
spot_img
spot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

ARTICOLI CORRELATI

Cimitile, “Raccontami di te”: le associazioni discutono di bullismo

Nella sala consiliare del Comune di Cimitile si è svolto il terzo appuntamento del progetto “Raccontami di te”. Un progetto iniziato lo scorso 16 febbraio scorso, nato dalla sinergia di alcune associazioni del territorio che attraverso la presentazione di libri a tema, affrontano varie tematiche: la caratteristica principale della maggior parte dei testi trattati è che sono stati scritti da persone che hanno vissuto direttamente la tematica affrontata nei vari incontri.

Con l’associazione “Genitori del Sud” si è discusso di bullismo, tematica sempre attuale. Dopo la presentazione e i saluti dei rappresentati delle associazioni componenti del progetto: Caterina Giaquinto per Genitori del Sud, Pina Pignatelli per Terra Mia Aps, Rachele Corcione per gruppo Aido Nola-Cimitile, Vincenza Di Palma per Cif sezione Cimitile e Carolina Panico per Aned.

Il convegno è entrato subito nel vivo con la proiezione del video che racchiudeva i 10 anni di attività dell’associazione organizzatrice.  Ha aperto la serata il sindaco di Cimitile Filomena Balletta, che  dopo i saluti e ringraziamenti di rito ha continuato con un intervento mirato sul bullismo a 360 gradi, seguita dalla presidente dei Genitori del Sud, Giulia Lombardi, che ha parlato dei vari progetti trattati e portati a termine nell’arco degli anni e tra questi il loro cavallo di battaglia: la realizzazione di vari edizioni di libri dal titolo “Scrivi una favola” rivolta ai bambini di tutte le scuole primarie della Regione Campania .

A seguire gli interventi dei vari relatori presenti: don Giovanni De Riggi, parroco della comunità cimitilese, Anna Mercogliano, assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Cimitile, Giuseppina Maresca, docente di scuola primaria, Anna Iossa, preside dell’istituto comprensivo Carlo Guadagni-Mercogliano e del liceo Medi di cicciano e la psicologa Felicetta Lombardi.

I vari interventi si sono trasformati in un dibattito, coinvolgendo a tratti anche il pubblico presente, moderato da Felice Peluso presidente del gruppo Aido Nola-Cimitile. Menzione a parte va alla vice presidente dell’associazione Genitori del Sud Francesca Peluso “che grazie ai suoi interventi attraverso  la lettura di alcune lettere e la presentazione di due meravigliosi ragazzi ha emozionato non poco tutti i presenti è stato un momento di vera inclusione , come dovrebbe essere di norma  visto qualche recente episodio accaduto in un Istituto scolastico campano” dicono gli organizzatori della serata.

La serata si è conclusa con la partecipazione di tutti i presenti cantando la canzone di Roberto Vecchioni “Sogna ragazzo sogna” accompagnati dal maestro Gianfranco Rinaldi e dal giovane e talentuoso musicista Raffaele Bozzoli.

 

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com