Favorite un caffè…sospeso? L’aroma di solidarietà si fa sentire anche a Nola

di Bianca Bianco

NOLA-Un caffè sospeso. Ma anche un panino o una pinta di birra. Anche la città di Nola apre le porte all’usanza solidale tipica napoletana. Da decenni a Napoli si usa (prima un po’ di più, oggi comunque resiste chi ancora vi fa ricorso) “sospendere” un caffè. Si entra in un bar, si ordina la propria tazzina, poi si lascia il resto o si paga direttamente per un altro caffè da offrire ad una persona che non può permettersi nemmeno quel piccolo “lusso” quotidiano. Il caffè sospeso è un po’ la metafora di Napoli. Una città che anche nei suoi periodi più bui non ha rinunciato al sorriso, non c’è luogo comune che tenga. Il dna napoletano è a prova di guerre, bombardamenti ed infelicità. A questo rituale sono stati dedicati persino libri (Luciano De Crescenzo scrisse una raccolta di aneddoti intitolata proprio così), mentre il grande Erri De Luca ha scritto: “Mi associo all’offerta di un caffè sospeso per il passante che si affaccia e chiede un benvenuto. Glielo lascio in caldo a ritirarlo quando vuole”. Esiste anche una giornata nazionale dedicata a questa tradizione indetta da una associazione (Rete del Caffè sospeso), riunione di sette festival che organizzano anche eventi culturali, idee, per solidarietà. A Nola il caffè sospeso sbarca attraverso” un locale di via Principe di Napoli aderisce alla iniziativa giovedì 30 maggio alle 19,30. In una serata dedicata al caffè ma soprattutto alla solidarietà. Il locale nolano ha aderito alla Rete del caffè sospeso, ma allarga anche alla possibilità di sospendere un bicchiere di birra o un panino. Oggi l’usanza del caffè sospeso fa scuola, c’è pure una pagina Facebook (svedese) e capita di vederla praticare anche in Spagna. Insomma Napoli fa scuola, ancora una volta, di solidarietà se persino la multinazionale Starbuks lo adotta come sistema, e pure in Bulgaria ed in Inghilterra ottiene consensi. Perché alla fine il linguaggio dell’amore, della carità, o un semplice sorriso, non hanno confini.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com