Nel Casertano un presidente di seggio esce con scheda vidimata in tasca, rimosso

CANCELLO E ARNONE- Dopo l’episodio avvenuto ieri sera a Cancello e Arnone, in provincia di Caserta, dove una presidente di seggio e’ stata rimossa dopo essere stata trovata con una scheda elettorale vidimata in tasca, il sindaco, Pasqualino Emerito, chiede all’autorita’ giudiziaria di intensificare i controlli sul voto. Nel Comune di Cancello e Arnone sono in corso le elezioni comunali e sulla vicenda, sono in corso indagini da parte della Commissariato di Castel Volturno e della Digos della Questura di Caserta. ”Quello che si e’ verificato ieri, – ha sottolineato il sindaco – e’ una sconfitta per il popolo di Cancello e Arnone che vede la tornata elettorale inquinata da squallidi sistemi. Un sistema che quest’amministrazione ha sempre respinto e combattera’ con ogni mezzo. Sulla posizione e la buona fede della persona coinvolta – aggiunge il primo cittadino – ci si affida all’autorita’ giudiziaria e sorprende come il candidato a sindaco Raffaele Ambrosca, nelle dichiarazioni scritte di suo pugno nei social network, abbia potuto sminuire un atto cosi’ grave, senza far fede alla autorita’ giudiziaria”. ”Va bene la competizione politica – conclude Emerito – ma il rispetto della legge, delle regole, della trasparenza e della legalita’ deve essere la prima cosa per tutti i cittadini, specie per chi aspira a diventare sindaco”. (ANSA)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com