Vendita di 41 box della Gescal, polemica in consiglio comunale a Casamarciano

CASAMARCIANO- Polemica accesa in Consiglio comunale a Casamarciano tra maggioranza ed opposizione. Tema del contendere i 41 box/ garage del Rione Gescal della cittadina delle nocciole. Oggetto la delibera di giunta municipale numero 42 del 22 maggio intitolata ”Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari”; Lla delibera propone alla Giunta comunale di adottare il deliberato in base al quale si fornisce indirizzo al responsabile del settore tecnico di  “procedere a tutti gli adempimenti connessi alla alienazione dei box/garage ubicati al Rione Gescal previa attribuzione delle necessarie risorse che all’uopo verranno stanziate nel bilancio 2013” e di “riservarsi successivamente alla determinazione del probabile valore di mercato dei box/garage ubicati al Rione Gescal l’adozione dei relativi atti per l’inserimento nel Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni”. La delibera di giunta è stata portata in Consiglio, scatenando la reazione dell’opposizione, contraria alla alienazione dei 41 box del rione Gescal. Così spiega il capogruppo della minoranza Ferdinando Primiano: Di fatto è una delibera che già inserisce nel piano alienazioni quei 41 box del rione gescal, cui noi ci opponiamo per un motivo piuttosto semplice. Riteniamo che questo non sia il periodo giusto per fare questa scelta, vista la diffusa crisi economica, e vista la delicata e difficile situazione economica che i residenti nel quartiere popolare vivono. Dar loro il diritto di prelazione su quegli immobili non risolve il problema, perché non sarebbero nelle condizioni per procedere all’acquisto, ricavandone dunque uno svantaggio. Chiediamo che prima di procedere al piano si attenda un periodo economico migliore”. La maggioranza risponde però che quello portato in consiglio non è un piano di alienazione, ma una delibera che chiede all’ufficio tecnico di procedere al compimento di tutti gli atti necessari ad un eventuale futuro piano di alienazione, come per esempio l’accatastamento di quei box che non risultano al catasto. Di differente opinione Primiano: “Sfido chiunque a leggere la delibera in questione, il mero accatastamento non va portato in Consiglio. Si parla di piano di alienazioni e si inseriscono quei 41 box. Più chiaro di così”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online