Boss della camorra “tradito” dalla tintarella: arrestato sul lettino di un lido

sdraiocarabinieriNAPOLI – Era al mare, sdraiato su un lettino di un lido di Terracina ad abbronzarsi: cosi’ i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Napoli hanno catturato Gaetano Tufo, di 41 anni, ritenuto elemento di spicco del clan Polverino operante nei comuni a nord di Napoli. L’uomo, residente a Marano, era ricercato dopo essere stato colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 31 maggio scorso dal Tribunale di Napoli, per i reati di associazione a delinquere di tipo mafioso, finalizzato allo spaccio internazionale di sostanze stupefacenti. A Tufo i carabinieri sono arrivati nel corso di ricerche effettuate con servizi di osservazione e pedinamento. Nel corso di successivi accertamenti i militari hanno scoperto che l’uomo aveva spostato il suo rifugio, negli ultimi giorni, in una villetta lussuosa di Terracina dove aveva intenzione di trascorrere le vacanze con la famiglia. Tufo e’ stato condotto nel carcere di Secondigliano a Napoli.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online