Salvatore Ioime (Virtus): “Nei ragazzi c’è voglia di rivalsa”

ioime

Salvatore Ioime

di Saverio Quatrano

CICCIANO-Sabato 30 novembre partirà ufficialmente la nuova avventura della Virtus Cicciano nel campionato di serie D di calcio a 5. La stagione per i virtusiani è iniziata al meglio con la qualificazione al secondo turno di coppa Italia, ottenuta nel doppio confronto con i sanniti dell’Arca. Nonostante il progetto giovane dei virtusiani, la squadra di mister Lauro è una delle maggiori accreditate alla vittoria finale del campionato. A due giorni dalla prima di campionato a parlare sulle nostre pagine è Salvatore Ioime, il giovane vice-allenatore di Nello Lauro.

Nella gara di ritorno con l’Arca di coppa Italia, avete ottenuto un pareggio per 2-2 che vi ha permesso la qualificazione al turno successivo di coppa. Dopo la vittoria in casa dei sanniti per 5-4, ti aspettavi un altro successo nel match di ritorno?

“Noi volevamo vincere la partita, ma non siamo riusciti a concretizzare tutte le occasioni gol che abbiamo avuto. In allenamento stiamo provando un nuovo modulo e il frutto di quello che si fa durante la settimana si è visto solo in parte contro l’Arca”.

Tu che hai fatto parte come calciatore nell’organico che nella stagione 2011/2012 ha conquistato la serie , quali sono le differenze tra la rosa del 2011/2012 e questa attuale?

“La squadra di due anni fa aveva giocatori più esperti e più abituati alla categoria, con il bomber principe della squadra che realizzò 60/70 gol tra campionato e coppa. Personalmente arrivai in quella squadra nel mese di Febbraio e realizzai all’incirca 15 gol. Quella squadra era sicuramente più forte a livello individuale, mentre quella attuale a molti margini di miglioramento. Ci sono ragazzi classe 95/96 che non hanno ancora dimostrato tutto il loro valore. Quest’anno attraverso i giovani puntiamo ad eguagliare quanto fatto di buono due stagioni fa”.

Dopo la brutta retrocessione dello scorso anno, noti nei tuoi ex compagni di squadra una voglia di rivalsa?

“La reazione dopo la retrocessione sta avvenendo ma sempre a piccoli passi. Quello che la squadra prepara in allenamento ancora non viene fatto in maniera adeguata. Di positivo c’è che la voglia e la grinta dei ragazzi non manca”.

Soddisfatto del mercato della Virtus?

“La Virtus come ho detto in precedenza punta molto sui giovani. Forse mancherebbe un Pivot capace di realizzare 60/70 gol , in modo da assicurare quasi la matematica promozione”.

A volte hai voglia di metterti calzoncini e maglietta per dare il tuo apporto in campo?

“Certo, soprattutto quando vedo i ragazzi sbagliare. Detto ciò, mi piace molto questo nuovo ruolo di vice-allenatore. Sto imparando molto dagli insegnamenti di mister Lauro.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online