Inghilterra-Italia e i possibili time out per combattere il caldo

di Claudio Cafarelli (Maidirecalcio.com)

L’altissimo tasso di umidità che vige a Manaus, con relativo aumento della temperatura, ha dato numerosi problemi nella costruzione dello stadio e nella manutenzione del campo. Se il primo problema è stato risolto utilizzando materiali speciali e l‘erbetta è stata dipinta di verde per coprire le macchie gialle, questa sera resta vivo il pericolo per i 22 giocatori in campo che saranno costretti a giocare in un caldo asfissiante. Proprio per questo il medico della FIFA dovrebbe concedere la possibilità di introdurre, in via del tutto straordinaria, dei time out durante il match per garantire una giusta idratazione e fronteggiare l’alto tasso di umidità. L’ufficialità dovrebbe arrivare a circa un’ora e mezzo dal fischio d’inizio ma appare ormai scontato il via libera.

Il medico sportivo e presidente nazionale della Sias (Società italiana alimentazione e sport), Angelo Giglio, ha però minimizzato la questione dichiarando che: «Un atleta è abituato ad affrontare qualsiasi temperatura, a meno che non si sia sbagliata la preparazione atletica. Ma con un equipe di medici guidati da Enrico Castellacci è praticamente impossibile sbagliare. Fisiologicamente gli atleti durante la gara non hanno bisogno di grandi cose, se non essere reidratati a fine match. Chi è esperto di nutrizione sportiva come il nostro Luca Gatteschi sa cosa fare, avrà preparato gli atleti anche con l’alimentazione, quindi con verdura e frutta, quegli elementi che nell’organismo si trasformano in liquido».

La FIFA, nonostante questi pareri, ha predisposto che nell’arco di una partita siano previsti due time-out da 3′: al 30′ del primo e del secondo tempo. Italia-Inghilterra dovrebbe essere la prima partita ad avere questa opzione e sono a rischio tutte quelle che cominciano alle 13 (ore 18 italiane), come Italia-Costa Rica e Italia-Uruguay, e quelle da 32° in su o un’alta umidità.

fonte: https://www.maidirecalcio.com/2014/06/14/inghilterra-italia-e-i-possibili-time-out-per-combattere-il-caldo.html#.U5xJhXJ_vK0

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online