Napoli, i partenopei non vincono a Bergamo dal 2010

di Salvatore Ioime (Maidirecalcio.com)

 Il Napoli ritrova i tre punti con un vittoria schiacciante ai danni di un buonissimo Verona, che resta in partita per ben 75 minuti ma poi si deve arrendere ai colpi del “Pipita”. Ora ci saranno due sfide decisive per la formazione partenopea: a Bergamo contro l’Atalanta e il big-match al San Paolo contro la Roma.

DIFESA DA RIVEDERE – Fare sei reti non è mai facile, ma l’attacco degli uomini di Benitez è tornato micidiale in zona gol come l’anno scorso. Una doppietta di Marek Hamsik, una tripletta diGonzalo Higuain e il gol del solito Callejon(sempre più capocannoniere in serie A) abbattono un Hellas Verona che, prima passa in vantaggio dopo soli 26” con un preciso tiro di Hallfredsson, poi nella ripresa rientra in partita con Nico Lopez. “El Pipita”torna a ruggire e la squadra diMandorlini si deve arrendere alla tripletta del campione argentino, che fissa il risultato sul definitivo 6-2. La fase difensiva, però, ha lasciato ancora molto a desiderare ed è sicuramente l’aspetto primario da migliorare: Koulibaly, in occasione del 2-2, non affronta Nico Lopez ma si gira di spalle facendo penetrare in area di rigore “El Conejo”. Il giro palla della squadra di Benitez è tornato veloce e producente come gli standard della stagione precedente: Insigne è stato il migliore in campo dimostrando grande maturità nel servire i compagni.Callejon, invece, non sbaglia un colpo: il trequartista spagnolo continua a segnare diventando così il capocannoniere della serie A con sette reti.

ATALANTA E ROMA – Mercoledì sera, nel turno infrasettimanale, il Napoli sarà impegnato all’Atleti Azzurri d’Italia contro un’Atalanta arrabbiata per la sconfitta di Udine e che cercherà di rendere vita difficile ad Higuain e compagni. I partenopei non vincono a Bergamo dal 6 gennaio 2010 grazie alle reti di Quagliarella e Pazienza: in terra lombarda gli azzurri hanno sempre dovuto faticare per strappare almeno un pareggio. Zuniga, Gargano e Britos saranno ancora indisponibili, ma Benitezricorrerà al turn-over per poter affrontare sabato prossimo la super sfida contro la Roma con gli uomini più in forma. Insigne partirà dalla panchina con al suo posto il folletto belga Dries Mertens, mentre in mediana ci sarà Gokhan Inler al posto di David Lopez, ennesimo acquisto azzeccato da parte dell’allenatore spagnolo. C’è bisogno di continuità per non sprecare il grande lavoro fatto contro il Verona, ma l’allenatore spagnolo dovrà lavorare ancora tanto su alcuni aspetti tecnici e, soprattutto, caratteriali.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com