certificato medico falso

Certificato falso a camionista, Polstrada di Nola denuncia medico

NOLA (di Nello Lauro- Il Mattino)  Assicurazioni false, apparecchi alterati, revisioni mai avvenute. La strada è sempre più una giungla. Di regole infrante, da aggirare, da calpestare. E nelle ultimi giorni arriva anche il certificato medico “fantasma”. Il dato nuovo emerge dai controlli della polizia stradale di Nola, coordinata dal comandante Sabato Arvonio, effettuati sulle strade nolane più trafficate come la statale 7bis e la 162. Qui gli agenti di polizia hanno fermato a Marigliano un autocarro per accertamenti: il conducente esibiva agli uomini della pattuglia stradale un certificato medico per il rinnovo della patente e dichiarava di non essere mai stato sottoposto a visita medica. Convocato in ufficio, il 55enne medico di Napoli che aveva rilasciato il certificato di rinnovo veniva denunciato alla Procura della Repubblica di Nola per falso ideologico e falso materiale in quanto non aveva mai sottoposto a visita medica il conducente dell’autocarro: da qui sono anche partite le indagini per verificare se ci sono altri casi analoghi. Un altro sinistro campanello d’allarme tra le illegalità che si verificano sulle strade. Altro esempio di violazione è quello relativo al sequestro di un autoarticolato il cui conducente è stato anche denunciato per aver alterato l’apparecchio cronotachigrafo mediante l’installazione di un sofisticato congegno illegale che falsificava le ore di guida e di riposo:  all’autista è stata ritirata la patente di guida e l’apparecchiatura è stata sequestrata. Non è il primo caso in cui a bordo di autocarri si riscontrano irregolarità sul cronotachigrafo, fondamentale strumento di misurazione che effettua un controllo costante su tre distinti parametri: la velocità del veicolo, i tempi di guida e di riposo dell’autista e la distanza percorsa.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online