protezione civile

Protezione civile, nasce il Coordinamento e punta ad una scuola per volontari

AVELLINO- (di Nello Lauro- Il Mattino) Una “infrastruttura sociale” di volontariato. È nato ad Avellino il “Prociv”, il coordinamento delle associazioni di volontariato di protezione civile. I Falchi Antincendio Monteforte Irpino, il gruppo comunale Forino, la Laira, i Rangers del Partenio, i Falchi Antincendio Avellino e l’Aivvfc Chiusano di San Domenico con il sostegno di “Fondazione con il Sud” sono il cuore del progetto che rappresenta un programma di intervento su scala provinciale volto a consolidare e rafforzare l’azione e l’impatto della rete di volontariato già esistente sul territorio. Un territorio che ha vissuto momenti difficili e delicati come il terremoto del 23 novembre del 1980 e che vive quotidianamente criticità dal punto di vista ambientale come lo sversamento illegale di rifiuti di ogni genere (che è anche un nuovo business della criminalità organizzata), incendi boschivi d’estate dolosi e pericolosi in molte suggestive località irpine e problemi di viabilità e isolamento di alcune zone montane derivanti dal maltempo nei rigidi inverni in questa parte della Regione. Per questo c’è bisogno di sempre più persone qualificate che conoscono il territorio e possono intervenire nel modo e nel tempo giusto” spiega Pasquale Criscitiello, segretario dei Falchi Antincendio Avellino. “Le finalità del neonato Prociv – continua – sono il potenziamento e ampliamento del coordinamento, una scuola di formazione e quella di strutturare le attività sul territorio attraverso una rete di radiocomunicazione, una sala operativa unificata e un sistema di monitoraggio del rischio idrogeologico e prevenzione antincendio”. Il tutto è affidato ad un coordinamento (sono già oltre 100 le persone coinvolte nel progetto) che pianifica le azioni di intervento e coordina le operazioni di soccorso in emergenza. “Il coordinamento può guidare – spiega Criscitiello – tutte le associazioni per favorire la crescita di competenze, di preparazione, di capacità operativa e coordinamento nelle attività di volontariato che, secondo noi, può far crescere, valorizzare e affiancare le istituzioni nelle emergenze e negli eventi di genere”. Le attività del Prociv sono diverse: emergenza idrogeologica e meteo incendi boschivi, allestimento tendopoli, ricerca dispersi, emergenza sismica, tutela ambientale, radiocomunicazioni in emergenza fino alla gestione grandi eventi e manifestazioni. È prevista anche un’attività di formazione: il coordinamento infatti ha in programma presso la propria scuola, attività teoriche e pratiche certificate per formare dal prossimo mese di maggio i nuovi volontari; collaborerà inoltre con gli enti e le istituzioni che operano nell’ambito della protezione civile sul territorio irpino integrandosi con loro “perché fare sistema – chiosa il segretario dei Falchi Antincendio Avellino – migliora il servizio alla comunità”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com