Il Giornalelocale.it è finito su Chi l’ha visto…senza scomparire

chilhavisto7di Bianca Bianco e Nello Lauro

Non abbiamo bisogno del quarto d’ora di celebrità, quello profetizzato da Andy Wharol negli anni 80. Per noi, per il nostro piccolo quotidiano on line, parlano il nostro lavoro, l’impegno quotidiano tra mille difficoltà, le sfide che ogni giorno ci poniamo in un territorio non facile per l’informazione locale. Ieri sera la trasmissione “Chi l’ha visto” occupandosi del caso di Vaslav, senzatetto pestato a sangue a Nola il 17 marzo, ha citato la nostra testata, mostrato le nostre foto e ricordato che solo noi abbiamo seguito la vicenda nonostante fosse praticamente sulla bocca di tutti. Alle colleghe Veronica Briganti e Lilly Viccaro Theo va il nostro ringraziamento, soprattutto perché la loro professionalità è stata una parziale ricompensa alla mancanza di professionalità di tanti altri giornalisti che ogni giorno saccheggiano il nostro sito senza citare, senza riconoscere l’originalità dei contenuti che proponiamo.

Le giornaliste di Chi l’ha visto, importantissimo programma di approfondimento, hanno citato il giornalelocale.it e mostrato foto marcate con il nome della testata per poi condividere un articolo che abbiamo scritto sulla storia di Vaslav sui social della trasmissione. Ci siamo un po’ emozionati nel vederci in diretta durante un programma che amiamo e seguiamo da sempre, ma presto l’emozione ha lasciato spazio alla consapevolezza che ben poche volte il faticoso lavoro di approfondimento di un organo di informazione locale viene riconosciuto. E spesso, troppo spesso, viene calpestato da chi copia e non cita, incolla e dimentica.

La nostra è una battaglia quotidiana contro la violazione dei diritti d’autore ed il plagio. Una battaglia in cui, indirettamente, abbiamo avuto al nostro fianco un gigante del giornalismo d’inchiesta come Chi l’ha visto.

IL SERVIZIO DI CHI L’HA VISTO (CLICCA QUI)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online