Esame di Maturità, ecco le tracce: escono Calvino, Dante, il Mediterraneo e l’uso del cellulare

NOLA – Tracce per l’esame di maturità: dalle prime indiscrezioni trapelate c’è un testo di Italo Calvino (Il sentiero dei nidi di ragno), l’innovazione nel XXI secolo, la Resistenza, versi tratti dall’Inferno – canto V – di Dante Alighieri su amore tra Lancilotto e Ginevra, il Mediterraneo e lo sviluppo tecnologico (con l’uso del cellulare). Tra le tracce di indirizzo generale anche un testo di Malala Yousafzai, la ragazza pakistana premio Nobel per la pace 2014, che ha rischiato di perdere la vita per aver rivendicato il diritto all’educazione anche per le bambine: “Prendiamo in mano i nostri libri e le nostre penne», dissi. «Sono le nostre armi più potenti. Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo”. […] La pace in ogni casa, in ogni strada, in ogni villaggio, in ogni nazione – questo è il mio sogno. L’istruzione per ogni bambino e bambina del mondo. Sedermi a scuola e leggere libri insieme a tutte le mie amiche è un mio diritto.”

Con la prima prova scritta di italiano è partita ufficialmente la Maturità 2015. La prima prova è iniziata alle 8:30 e i 500mila maturandi hanno a disposizione sei ore.

La seconda prova, prevista per domani, è quella specifica per il corso di studi ed ha come oggetto una delle materie che caratterizzano il corso di studio. Quest’anno i candidati si cimenteranno con Latino al Classico, Matematica allo Scientifico, Economia Aziendale negli Istituti tecnici ad indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing, Scienza e Cultura dell’Alimentazione nei Professionali dove si studiano Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità alberghiera, Tecniche della danza al Liceo Coreutico e Teoria, analisi e composizione al Musicale.

Anche per la seconda prova il tempo a disposizione è di 6 ore tranne che per alcuni indirizzi come il Liceo musicale, coreutico, artistico, dove la prova si svolge in due o più giorni.

La terza prova, diversa per ciascuna scuola, è in calendario lunedì 22 giugno alle 8.30. La commissione, nella terza prova, tiene conto, ai fini dell’accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro, stage e tirocinio e anche il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o in tirocinio, e della disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia CLIL. Anche il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o in tirocinio.

La data degli esami orali è stabilita invece da ciascuna commissione al termine della correzione e valutazione degli scritti e dei fascicoli dei candidati.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online