Nola, scazzottata in piazza Duomo: danni e proteste dei residenti

NOLA- “Basta, non si può continuare così. Dovrà scapparci il morto prima che qualcuno intervenga?”. A parlare è una residente del centro storico, la sua abitazione è a pochi metri da piazza Duomo, il cuore della città e della Movida. Nonostante i ripetuti appelli alla moderazione, il richiamo alla tolleranza zero, la trasformazione dell’area in isola pedonale con le foriere e le ordinanze sul divieto di vetro in bottiglia e schiamazzi, la situazione è sempre difficile.

L’ultimo episodio questa notte. Un gruppo di ragazzini si attarda in piazza. Parlano ad alta voce, si lanciano bottiglie, disturbano il sonno di chi l’indomani deve svegliarsi presto per andare a lavorare. Qualcuno chiama i carabinieri, una pattuglia arriva ma nel frattempo dinanzi un bar scatta la rissa tra i giovinastri. Una rissa durata pochi minuti e conclusasi senza denunce e per fortuna senza feriti, ma con qualche danno per i proprietari del bar . “Ma la misura è colma” sbotta chi abita nel centro storico e invoca più controlla ed una maggiore presenza di forze dell’ordine.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online