Avella, ecco l’asilo comunale videosorvegliato

AVELLA (Bianca Bianco Il Mattino) – Sguardi amorevoli ed occhi elettronici sui bimbi delle scuole materne comunali di Avella. Nella cittadina del Baianese da questa mattina partirà una rivoluzione digitale nel nuovo asilo di via Francesco De Sanctis, ristrutturato in centocinque giorni e che ha tra le principali novità la presenza di videocamere di sorveglianza in ogni aula del plesso. Telecamere discrete che vigileranno nelle classi per  monitorare parte delle attività didattiche ed extradidattiche. In questo modo l’amministrazione comunale e la dirigenza scolastica sono andati incontro alle richieste delle famiglie che, in caso di parere positivo del Garante per la privacy, presto potranno verificare di persona cosa accade nelle classi grazie al collegamento tra il sistema di sorveglianza e gli smartphone. Un sistema che arriva in un periodo in cui la mamme ed i papà chiedono che vi sia sempre più controllo su quanto avviene nelle classi, considerati anche recenti fatti di cronaca che hanno coinvolto scuole del comprensorio. “Il personale docente e non docente delle nostre scuole è competente e amato dai nostri piccoli alunni- spiega il sindaco di Avella Domenico Biancardi-. Ma abbiamo comunque voluto adeguare la nostra nuova scuola a quegli standard di sicurezza che non solo le famiglie, ma anche la legge, ci richiedono”. L’utilizzo delle web cam avverrà solo nei periodi della giornata in cui è concesso dalle recenti disposizioni dell’autorità di vigilanza sulla privacy, e dalla stessa authority si sta attendendo il parere circa il collegamento degli occhi elettronici ai telefonini dei genitori. Nel frattempo, le immagini a circuito chiuso saranno smistate su un dispositivo centralizzato. Questa operazione “trasparenza” non riguarderà comunque solo le web cam, ma anche altri aspetti perché la nuova scuola dispone in ogni classe di porte a vetri così da rendere possibile guardare all’interno delle aule. I lavori, terminati nei giorni scorsi, hanno riguardato anche gli infissi, il refettorio ed i servizi igienici, tutti resi accessibili anche a bimbi con disabilità che potranno usufruire anche di un ascensore. La scuola materna comunale di Avella aprirà i battenti questa mattina mentre a metà ottobre dovrebbe esserci l’inaugurazione ufficiale alla presenza di tutta la popolazione scolastica del paese. I piccoli che frequenteranno il plesso sono quest’anno centoottantasette, la loro scuola è stata ristrutturata attraverso un appalto complesso con permuta: il Comune ha dato due appartamenti inseriti nel piano alienazione alla ditta che ha eseguito i lavori in poco più di tre mesi. “Vogliamo restituire ai nostri alunni una scuola modello- spiega Biancardi- dopo anni di incuria”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online