Dalle bollette agli immobili, ecco cosa cambia nel 2016: tutte le novità

Il 2016 porterà molte novità agli italiani in tema di bollette, immobili, welfare, lavoro, scuola. Dalla riforma delle tariffe elettriche all’eliminazione della Tasi sulla prima casa, dalla carta famiglia al taglio del roaming, l’agenda dell’anno che sta per iniziare è ricca di opportunità per privati e aziende. Ecco alcune delle novità in arrivo.

LA RIFORMA DELLE TARIFFE ELETTRICHE – Al via, gradualmente, dal 1 gennaio 2016 la riforma delle tariffe elettriche che mira a sostenere la diffusione di consumi efficienti oggi penalizzati dai costi eccessivi, a semplificare la bolletta e a rendere quello che paghiamo più equo e realmente aderente ai costi dei servizi di rete.

TASI: Nel 2016 scatta l’esenzione totale delle tasse sulla prima casa, eccetto gli immobili di lusso. Cancellata, nei Comuni in cui era stata introdotta, anche la Tasi a carico dell’inquilino che affitta una casa come abitazione principale.

IMU – Esenzione della tassazione Imu per tutti i terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali.

AGEVOLAZIONI PER I SISTEMI DI ALLARME – Nel 2016 viene istituito un credito di imposta per le persone fisiche che, al di fuori della loro attività di lavoro autonomo, installano sistemi di videosorveglianza digitale o di allarme o stipulano contratti con istituti di vigilanza.

AFFITTI – I proprietari degli immobili dati in affitto a canone concordato potranno beneficiare di una riduzione del 25% di Imu e Tasi, rispetto alle aliquote determinate dal comune.

CASA IN LEASING: Arriva il leasing per le case. Le banche potranno finanziare l’acquisto o la realizzazione dell’abitazione principale, che alla fine del pagamento potrà essere riscattata o lasciata all’istituto di credito.

DETRAZIONE DEL 50% SULLE RISTRUTTURAZIONI – La detrazione fiscale del 50% sulle spese di recupero edilizio degli immobili residenziali è stata prorogata fino al 31 dicembre 2016.

ECOBONUS – La detrazione fiscale del 65% sulle spese di riqualificazione energetica degli edifici viene estesa per un altro anno.

BONUS MOBILI – E’ stata estesa fino al 31 dicembre 2016 la detrazione del 50%, fino a una spesa massima di 10mila euro, per chi acquista mobili e grandi elettrodomestici dopo aver ristrutturato la propria casa con la detrazione del 50% sul recupero edilizio. Le giovani coppie under 35 sposate o conviventi da almeno tre anni, che acquistano una casa, possono usufruire della detrazione del 50% per l’acquisto dei soli mobili, per una spesa fino a 16mila euro.

CAMPER: Gli incentivi per sostituire le case a quattro ruote inquinanti (fino a euro 2), con nuovi mezzi arrivano fino a 8.000 euro.

CANONE RAI – Il canone Rai da giugno 2016 scenderà a 100 euro e sarà incluso nelle bollette dell’elettricità. Per chi non paga la tassa ci sarà una sanzione amministrativa pari a cinque volte, quindi si rischia una multa di 500 euro.

CARD PER I 18ENNI- Card di 500 euro per i neo diciottenni, da utilizzare nel 2016 per teatri, cinema e libri. Inoltre a partire dal 2016, per gli studenti di conservatori, gli studenti avranno diritto a un bonus di 1.000 euro per l’acquisto di strumenti musicali.

CARTA FAMIGLIA – Nel 2016 arriva la carta famiglia, per i nuclei con almeno tre figli minori a carico, che prevede sconti sull’acquisto di beni e servizi.

CONGEDO PER I NEO PAPÀ – Il congedo obbligatorio per i neo papà sale nel 2016 a due giorni.

ASSUNZIONI PER LA CULTURA – In deroga ai limiti previsti per le assunzioni nelle pubbliche amministrazioni, è stato autorizzato un concorso straordinario per l’assunzione a tempo indeterminato di 500 funzionari dei beni culturali selezionati tra antropologi, archeologi, architetti, archivisti, bibliotecari, demoetnoantropologi, esperti di promozione e comunicazione, restauratori e storici dell’arte.

ASSUNZIONI NELLA SCUOLA – Saranno 63.700 i posti messi a bando per gli insegnanti nel 2016: 6.800 per la scuola dell’infanzia, 15.900 per la primaria, 13.800 per le medie, 16.300 per la secondaria di II grado e 10.900 per il sostegno.

TETTO CONTANTE: Sale da 1.000 a 3.000 euro il tetto per i pagamenti in contante, mentre resta a 1.000 euro per il money transfer.

TAGLIO AL ROAMING – L’abolizione delle tariffe roaming arriverà da giugno 2017, ma con un taglio dei costi a partire da aprile 2016. (adnkronos)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online