Riapre la funicolare di Montervergine ma è polemica sul costo del biglietto

MERCOGLIANO- Dopo la Funivia di Monte Faito è stata riaperta al pubblico anche la Funicolare di Montevergine: si tratta di uno degli impianti più importanti in Italia, per il quale la Regione Campania ha investito quasi un milione e mezzo di euro. Nell’ultimo periodo di funzionamento si registravano 100mila viaggiatori, adesso si punta ad arrivare a 120mila: un’occasione di decollo per il turismo religioso, i servizi e le attività commerciali. Riconfermo l’impegno della Regione a valorizzare le aree interne dando a tutti i territori la stessa attenzione da parte della Giunta Regionale. Ma già il giorno dopo l’inaugurazione scoppia la polemica: “Personalmente sapevo che i nastri si tagliassero alla fine della costruzione di qualche opera e non alla rimessa in funzione- ha detto il deputato dei Cinque Stelle Carlo Sibilia- dopo un disagio durato anni che ha danneggiato gran parte del turismo religioso irpino ai limiti dell’irreversibile. L’impianto è stato inaugurato il 23 maggio 1956 dall’abate Ludovico Anselmo Tranfaglia, aggiunge Sibilia. «Per la cronaca – dice il membro del direttorio pentastellato – il biglietto costa 8 euro Immaginate un turista che viene da Napoli o comunque viene con l’auto fino a Mercogliano? Invece di pagare 8 euro, non percorre i restanti 15 chilometri che lo separano dal Santuario con la propria auto?”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com