camorra

Camorra, si pente Pasquale Scotti ex braccio destro di Cutolo

OTTAVIANO- L’ex braccio destro di Raffaele Cutolo si pente. Pasquale Scotti, estradato dal Brasile dopo 31 anni di latitanza, ha deciso di collaborare con la giustizia. Lo scrive “Il Mattino”. Scotti collaborerà con i pubblici ministeri napoletani svelando i segreti della Nuova camorra organizzata, lo spietato clan di Cutolo, i rapporti tra lo Stato e la criminalità organizzata negli anni Settanta ed Ottanta, i risvolti ed i retroscena del sequestro Cirillo, fino alle vicende più recenti. Scotti ha 58 anni, in Brasile viveva dal 1984 sotto falso nome e si occupava di ristorazione. Si era rifatto una vita ed una famiglia dopo essere evaso in circostanze misteriose la notte di Natale lasciandosi alle spalle il suo passato di delfino di Cutolo e la sanguinosa guerra contro la Nuova famiglia di Alfieri. Poi l’arresto, il disperato tentativo di evitare l’estradizione in Italia e poi l’arrivo in lacrime dopo un interminabile viaggio fino a Napoli. Ora decide di collaborare, di raccontare il passato da killer e i segreti della Nco. E molti già tremano.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online