Nola: donna morta al Duomo, #Amiamola avvia raccolta fondi per defibrillatore

NOLA- Ieri sera presso i locali della Proloco è andata in scena la prima volta della neonata associazione #Amiamola. Al dibattito, cui era presente anche il presidente della Fondazione Festa dei Gigli Raffaele Soprano insieme ad Umberto Barbalucca del consiglio di amministrazione, ha messo le basi per l’inizio dei lavori del sodalizio che si propone di aggiungere nuovi progetti ed idee per “riportare la festa ai suoi antichi fasti”. Ma il “pimo gesto di amore” come ha sottolineato Antonio Delle Femmine, sarà quello di riuscire a donare alla città un defibrillatore ed un corso per formare almeno 10 persone per il suo utilizzo. La tragedia della donna morta sulle scale della sacrestia del duomo qualche giorno fa è ancora viva, in quel caso forse con un defibrillatore si sarebbe potuto salvare una vita o quantomeno tentare. Toccati da quel dramma i componenti dell’associazione #Amiamola hanno deciso di proporre l’acquisto del defibrillatore con una adesione pubblica o, in caso di poche adesioni, a proprie spese.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online